Civiltà del passato

Quì Campi Flegrei pubblica una collana dedicata alle grandi Civiltà del passato a cura di Anna Abbate. È online il Fascicolo di luglio 2021 - Popoli del Vicino Oriente: Gli Ittiti La storia dell'uomo narrata attraverso le forme dell'arte. In queste pubblicazioni scultura, pittura, architettura trovano ampio spazio. La raccolta, suddivisa

Olivetti. Una fabbrica per la classe operaia

Adriano Olivetti nell’aprile del 1955 inaugurò con questa frase la fabbrica di Pozzuoli: “Di fronte al golfo più singolare del mondo, questa fabbrica si è elevata in rispetto della bellezza dei luoghi e affinché la bellezza fosse di conforto nel lavoro di ogni giorno”. Il polo industriale Olivetti ha la sede centrale

Le Terme Imperiali di Puteoli

Partendo da via Nicola Terracciano, nei pressi dell'ufficio postale di Pozzuoli, un viottolo porta alla proprietà privata dove si trovano i resti di un grandioso complesso termale imperiale del II sec. d.C., utilizzato e restaurato fino al IV secolo. Conosciute erroneamente come "Tempio di Nettuno", in realtà i magnifici

Gladiatori

"In condizioni migliori saremo pronti a 'scatenare l'inferno' come prima". Il direttore Paolo Giulierini cita il Gladiatore di Ridley Scott per inaugurare la mostra. Stamattina alle 11:00 il Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Dott. Paolo Giulierini, ha presentato, in una diretta digitale, la mostra "Gladiatori" che sarà visitabile,

Sacello degli Augustales di Miseno

Durante i lavori per la realizzazione di due villette private, nel febbraio del 1968 tra Punta Terone e Punta Sarparella a Miseno, furono rinvenute accidentalmente alcune strutture appartenenti ad un edificio di età imperiale. L'edificio è costituito da tre ambienti voltati, un ambiente centrale che rappresenta il sacello e due ambienti

Aspettando “lotto” marzo

Lunedì è l'otto marzo e come ogni anno si "festeggia" la donna. Ma, sarà il clima di chiusura del Covid19, saranno le notizie dei continui femminicidi che si leggono sui notiziari come fossero un bollettino di guerra, credo non ci sia proprio nulla da festeggiare. Per non fare la "Guastafeste", scrivo