Torregaveta e Torrefumo, alla scoperta della geologia di Monte di Procida

Monte di Procida è un promontorio la cui massima altezza è di circa 145 m. sul livello del mare Ad esso si aggiunge l’isolotto di S.Martino che anticamente era una sua propaggine. Fino a qualche hanno fa era possibile accedervi mediante un tunnel, attualmente l’isolotto è inaccessibile. Monte di Procida  confina

Da Pozzuoli a Pompei, un cammino di fede sorretto dall’amicizia

L’idea di compiere un cammino di fede da Pozzuoli a Pompei, partendo dalla chiesa di San Gennaro fino al santuario della Vergine, venne a Nunzio mentre in auto rientravamo dalla Napoli-Pompei del 2016. In precedenza lui ne aveva già corse due. Io solo una nel 2013, ripromettendomi che quella

Campi Flegrei: ‘Na Puisia vivente

Campi flegrei, “campi ardenti” nel senso letterale del termine, poiché bruciano la mente dell’uomo e ogni sua immaginazione, per la quantità smisurata di bellezze diluite in ritrovamenti archeologici, paesaggi naturali e documenti storici. L’uomo non si capacita di come la natura abbia concentrato in un sol luogo tutta la sua forza, tutta

CENTRO VACCINALE S. MARIA DELLE GRAZIE, TANTO DI CAPPELLO

Pur non essendo complottista, né negazionista, né No Vax, dopo tante smentite e contro smentite degli scienziati riguardo la presunta pericolosità dei vaccini anti covid, in particolare dell’Astrazeneca, anch’io avevo iniziato a domandarmi se non fosse stato meglio aspettare per vaccinarmi. Ma poi, considerato che qualsiasi medicinale è pericoloso a

Il perchè della Piramide Alimentare | Scelgo quello che fa bene

Nel 1948 le autorità greche avviarono uno studio sulla Dieta Mediterranea: “la Rockefeller Foundation“ condusse un’indagine epidemiologica sullo stile alimentare della popolazione allo scopo di individuare delle strategie per migliorarne lo stato di salute. I risultati documentarono che un maggior consumo di alimenti di origine vegetale e un basso apporto di

Le regine “Giovanna” nella storia di Napoli

Nell'arco di due secoli, dalla metà del Trecento alla metà del Cinquecento, a Napoli si contano ben quattro regine con il nome "Giovanna". Giovanna I d’Angiò (1326-1382) è stata la regina regnante della casata angioina-napoletana che succedette al nonno re Roberto d’Angiò sul trono di Napoli governando dal 1343 al

Civiltà del passato

È online il Fascicolo di maggio 2021 - I POPOLI DELLE STEPPE Quì Campi Flegrei pubblica una collana dedicata alle grandi Civiltà del passato a cura di Anna Abbate. La storia dell'uomo narrata attraverso le forme dell'arte. In queste pubblicazioni scultura, pittura, architettura trovano ampio spazio. La raccolta, suddivisa in fascicoli

Olivetti. Una fabbrica per la classe operaia

Adriano Olivetti nell’aprile del 1955 inaugurò con questa frase la fabbrica di Pozzuoli: “Di fronte al golfo più singolare del mondo, questa fabbrica si è elevata in rispetto della bellezza dei luoghi e affinché la bellezza fosse di conforto nel lavoro di ogni giorno”. Il polo industriale Olivetti ha la sede centrale