“Re-Publica”, la rivoluzione al contrario nell’esordio di Giuseppe Porcaro| Una recensione di Paola Iannelli

Immagina un mondo politico che chiude con le vecchie regole, e che inventa un nuovo modo di far circolar le idee, muovendo energie e spazi secondo chiavi di azione anomale. Il romanzo LA RE-PUBLICA pone l’accento sulla fase di un rinnovamento politico, che lambisce i contorni della fantasia distopica. Siamo nel

Rione Terra Volley: lo sport antidoto contro la pandemia. Parla la dirigente Milena Varriale | Intervista di Paola Iannelli

La pallavolo è un gioco intuitivo, il passaggio della palla da una mano all’altra richiede concentrazione, prontezza di riflessi e grande agilità. Le angolature dei movimenti del corpo umano devono entrare in connessione con un oggetto sferico seguirne le traiettorie e lanciare colpi in direzione opposta, cercando in pochi secondi

Pozzuoli, ecco la libreria “Phlegraea Socialbookbar”. La scommessa di Alessandro, Francesco e Luca

Con anticipo, e per la precisione venerdì 17 dicembre, tre Re Magi hanno aperto le porte a Phlegraea Socialbookbar, un punto di ritrovo in cui si mescolano libri, chiacchiere, aperitivi e l’immancabile caffè. A Pozzuoli, nel cuore di una piazza che un tempo era attraversata da canali d’acqua, sorge questo

Malavita di Giankarim De Caro | Una recensione di Paola Iannelli

Un vuoto d’amore può determinare il futuro di un’esistenza umana, il cui spazio generato da una totale disaffezione e di cura verso i propri figli, genera un’arma letale. Come un mostro marino avanza nell’oscurità per poi affiorare al momento giusto, mostrando il lato più orribile. La storia sfortunata di Lucia, violentata

“Doppia goccia” di Valentino Russo | Una recensione di Paola Iannelli

Le storie nere possono contenere un doppio fondo, uno spazio in cui i protagonisti occupano vari livelli di azione che formano quel sostrato scenico, sul quale gli autori costruiscono trame volutamente oscure. È il caso dello stropicciato poliziotto, Maurizio Buisson, nato dalla prima penna di Valentino Russo. Sin dal primo capitolo

“Dal mondo di dentro”. L’esperienza della scrittrice Paola Iannelli con le detenute del Carcere di Pozzuoli

Un sottile filo di Arianna mi ha condotto all’interno del carcere femminile di Pozzuoli, dove recitiamo una pratica antica, nota come dialogo. Incontro donne affamate di verità, serrate nel nostalgico sentimento del bene comune, messe al centro di un dibattito che nasce dal commento corale che gira sul titolo del

“Solo la pioggia” di Andrej Longo | Una recensione di Paola Iannelli

Una storia amara, protagonisti tre fratelli, tre anime buie che coltivano un legame familiare, stretto nei canoni dell’ambigua valenza dei principi di vita, ordinati da un cumulo di verità nascoste. Certi dell’affetto che li unisce, sorseggiano ogni anno, durante la commemorazione della morte dell’augusto padre, un liquido amniotico torbido. Antichi