I vulcani di Bacoli: un percorso tra i crateri

La geologia di Bacoli è strettamente correlata a quella dei Campi Flegrei di cui è parte integrante.  A Bacoli sono stati riconosciuti diversi crateri, tutti con età successiva all’eruzione del Tufo Giallo Napoletano che rappresenta un ottimo marker stratigrafico (15.000 anni) Siamo in una zona di bordo della caldera flegrea in uno

Bradisismo, il Capo della Protezione Civile Borrelli dispone coinvolgimento della popolazione. Il resoconto dell’incontro a Pozzuoli

Dopo poco più di due ore di dibattito, si è concluso alle 17.30 circa del 10 febbraio l’incontro promosso dal Comune di Pozzuoli con il Dott. Borrelli, Capo Nazionale della Protezione Civile.All’incontro sono intervenuti diversi membri della comunità scientifica come i sindaci di Bacoli, Quarto, Monte di Procida, Giugliano oltre

Tufi flegrei e tufi italiani

Il termine “Tufo” era già conosciuto in epoca romana con il termine “Tofus” o “Tophus”. Nella geologia dei Campi Flegrei il termine “Tufo” è sinonimo di   “Tufo Giallo Napoletano” la roccia  utilizzata massicciamente per le costruzioni partenopee. Esso è stato estratto dal sottosuolo con la conseguente creazione di una Napoli sotterranea

Elementi del vulcanismo dell’isola di Procida

Procida è una delle isole flegree ed è di origine vulcanica. Si trova tra i Campi Flegrei ed Ischia entrambi campi vulcanici attivi per la presenza di due distinte camere magmatiche Essi si manifestano in superficie con chiari fenomeni di attività vulcanica (fumarole, terme etc etc...). Procida invece è del tutto