Tu sei qui
Home > Campania > Auci, Osanna e Fuortes. Svelati i primi tre vincitori del Premio Elsa Morante 2022. La premiazione alla Rai di Napoli il 24 maggio

Auci, Osanna e Fuortes. Svelati i primi tre vincitori del Premio Elsa Morante 2022. La premiazione alla Rai di Napoli il 24 maggio

SAVE THE DATE

Martedì 24 maggio alle ore 10.00 presso l’Auditorium della Rai di Napoli sarà celebrata la 36esima edizione del Premio Elsa Morante 2022.

L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale Premio Elsa Morante e dalla Rai Campania, è realizzato in partenariato con: Sire – Ricevimenti d’autore, Accademia Medeaterranea, Caffè Borbone, la Fondazione Campania dei Festival, il Festival della lettura e dell’ascolto Campania Libri, il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali di Napoli, l’Editoriale Scientifica ed Ascione Coralli, Arec Campania.

Saranno presenti, in rappresentanza della giuria di Dacia MarainiFrancesco Cevasco (Corriere della Sera), Vincenzo Colimoro (giornalista), David Morante (diplomatico e nipote di Elsa Morante), e Teresa Triscari (Ministero degli Affari Esteri, Diplomazia culturale – critico letterario).

L’evento sarà condotto da Marco Bonini, attore, sceneggiatore e scrittore, di cui è in uscita il libro “L’arte dell’esperienza” (Nave di Teseo) e da Tiuna Notarbartolo, giornalista e direttrice del Premio Elsa Morante.

In sala, per il conferimento dei Premi, autorità pubbliche e private.

I PRIMI TRE VINCITORI:

La giuria del Premio Elsa Morante, presieduta da Dacia Maraini, rende noti i vincitori delle prime tre (su sette) sezioni.

PREMIO PER LA NARRATIVA: STEFANIA AUCI

Stefania Auci. L’inverno dei Leoni

Per la Narrativa vince Stefania Auci con “L’inverno dei leoni” (Nord editrice), secondo volume della saga dei Florio, che ha avuto uno straordinario successo: più di cento settimane in classifica, in corso di traduzione in 32 Paesi.

Descrizione del libro tratta da Ibs:

«Stefania Auci torna a intrecciare la storia alle storie, la forza alle fragilità, la magnificenza al decadimento. Nel fluire magico di queste pagine c’è tutto: chi siamo, chi siamo stati, chi saremo.» – Nadia Terranova. Hanno vinto, i Florio, i Leoni di Sicilia. Lontani sono i tempi della misera putìa al centro di Palermo, dei sacchi di spezie, di Paolo e di Ignazio, arrivati lì per sfuggire alla miseria, ricchi solo di determinazione. Adesso hanno palazzi e fabbriche, navi e tonnare, sete e gioielli. Adesso tutta la città li ammira, li onora e li teme. E il giovane Ignazio non teme nessuno. Il destino di Casa Florio è stato il suo destino fin dalla nascita, gli scorre nelle vene, lo spinge ad andare oltre la Sicilia, verso Roma e gli intrighi della politica, verso l’Europa e le sue corti, verso il dominio navale del Mediterraneo, verso l’acquisto dell’intero arcipelago delle Egadi… E a farci capire perché, dopo tanti anni, i Florio continuano a vivere, a far battere il cuore di un’isola e di una città. Unici e indimenticabili.

PREMIO DI SAGGISTICA: MASSIMO OSANNA

Massimo Osanna, Pompei, il tempo ritrovato

Premio di Saggistica al direttore generale dei musei italiani presso il ministero della Cultura: Massimo Osanna, autore di “Pompei, il tempo ritrovato” (Rizzoli), scritto quando era direttore del Parco Archeologico di Pompei.

Descrizione del libro tratto da Ibs:

Novembre 2010. A Pompei collassa uno degli edifici più celebri, la Schola Armaturarum. La notizia fa il giro del mondo, i media denunciano lo stato di incuria in cui versa il fiore all’occhiello del patrimonio archeologico del nostro Paese. Un episodio drammatico, che però segna una svolta. Da allora, grazie ad anni di intenso lavoro, a Pompei c’è stato un cambiamento netto che ha permesso di mettere in sicurezza la maggior parte delle rovine e riprendere gli interventi di scavo che hanno portato alla luce gli affreschi con l’immagine di Leda e il cigno, gli splendidi mosaici della casa di Orione, il Termopolio e altri incredibili ritrovamenti di quello che Chateaubriand definiva “il più meraviglioso museo della Terra”.

PREMIO PER LA COMUNICAZIONE: CARLO FUORTES

Carlo Fuortes

Premio per la Comunicazione all’Ad della Rai, Carlo Fuortes, già direttore teatrale e direttore generale di molti enti culturali (Palazzo delle Esposizioni, Scuderie del Quirinale, Auditorium Parco della Musica, Teatro dell’Opera di Roma, Fondazione Arena di Verona).


Breve biografia di Carlo Fuortes:

Fuortes è laureato in Scienze Statistiche ed Economiche presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Ha insegnato Sistemi organizzativi dello spettacolo dal vivo (corso di laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo dell’Università Roma Tre). Dal 2011 al 2019 è stato Segretario Generale dell’Associazione per l’Economia della Cultura. Dal 2003 al 2015 è stato Amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, gestendo l’Auditorium Parco della Musica. Dal 2012 al 2013 è stato Commissario Straordinario della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari. È stato Direttore Generale del Palazzo delle Esposizioni e delle Scuderie del Quirinale di Roma dal 2002 al 2003. È stato Consigliere d’amministrazione del Teatro di Roma dal 1998 al 2001, nonché Consigliere di Amministrazione della Fondazione Cinema per Roma dal 2007 al 2011. Nel luglio 2015 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Legion d’Onore della Repubblica di Francia e, nel dicembre 2015, del “Franco Cuomo International Award” per la sezione Teatro.
 Nel marzo 2016 è nominato Consigliere di Amministrazione della Fondazione Università degli Studi Roma Tre Palladium. Nell’aprile 2016 è nominato Commissario Straordinario della Fondazione Arena di Verona, incarico riconfermato nell’ottobre 2016 e concluso nell’ottobre 2017. 

Nei prossimi giorni saranno annunciati i nomi di altri quattro vincitori. Tutti riceveranno il Premio Elsa Morante il 24 maggio alle 10 nell’Auditorium della Rai di Napoli diretta da Antonio Parlati.

Pubblico e scolaresche possono ancora iscriversi a partecipare, gratuitamente, mandando una e-mail a: associazionepremioelsamorante@gmail.com.

Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. E’ fondatore e presidente dell' associazione Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto