Napoli e Pompei in viaggio verso TourismA 2022

Da Napoli è tutto pronto per la partenza verso tourismA. Tra i big della dell'archeologia in partenza dalla città partenopea ci sono il direttore del Parco archeologico di Pompei Gabriel Zuchtriegel e il direttore del Museo archeologico nazionale di Napoli Paolo Giulierini. Anche a Firenze è tutto pronto per accogliere gli ospiti,

Il parco archeologico dei Campi Flegrei aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2022

Il "Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro" è il tema italiano delle "Giornate europee del Patrimonio" e nel caso del territorio flegreo il primo pensiero va certamente alla necessità di conoscere, approfondire e divulgare i dati che emergono dalle ricerche e dagli scavi dei Campi Flegrei e alla altrettanto

Al Mann torna L’altro Giappone con “Satellites of love”

Una immagine di un'opera presente nella mostra e nel catalogo Manga Heroes. Una doppia presentazione dedicata al Giappone questa mattina al Museo Archeologico di Napoli. Si è partiti dal catalogo "Manga Heroes. Eroi e miti alle pendici del vulcano" (COMICON edizioni, in rete con j-POP), promosso a conclusione dell'omonima mostra organizzata

Napoli festeggia i 150 anni dell’IGM

150 anni IGM

Una conferenza e una mostra all'Archivio di Stato di Napoli per il 150° anniversario della fondazione dell'Istituto Geografico Militare. L'incontro dal titolo “IGM, alla scoperta di un’ Istituzione antica volta al futuro” e la inaugurazione della mostra “La toponomastica della Campania nelle carte dell’ IGM" sono in programma martedì 13

Intervista a Tommaso Luongo, una delle voci più importanti dell’enologia campana

Impeccabile nella sua giacca blu con spilla tastevin sul bavero sinsitro e "scudetto" Ais Tommaso Luongo è una delle voci più importanti dell’enologia della Campania, eletto da pochi giorni e con voti mai visti prima presidente dell’Associazione Italiana Sommelier Campania (Ais).Un ruolo importante che premia il suo impegno costante da

A Bacoli il sapore Dada nella Mostra “Trilogia di Non-Artisti” a cura di Antonio Ciraci

Nasceva oltre cent’anni fa sotto il segno della negazione e della discordia. Era il 1916 e il movimento artistico letterario Dadaista o Dada esprimeva il suo dissenso sull’assurdità della prima guerra mondiale con il suo carico “di vittime inutili quanto tragiche”. Il non senso della guerra generò allora il ribellismo dada

INTERVISTA A MAURO ANTONIO DI VITO: IL COORDINATORE DELLA RICERCA CHE HA SPOSTATO LA DATA DELL’ERUZIONE DEL VESUVIO DEL 79 D.C.

Mauro Antonio Di Vito Mauro Antonio Di Vito Primo ricercatore all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia presso l’Osservatorio Vesuviano di Napoli, è il coordinatore della ricerca scientifica che ha cambiato la data dell’eruzione più famosa del mondo quella di Pompei, Ercolano, Stabiae e Oplontis. Lo studio scientifico coordinato da Di Vito

“Fate presto” e “Vivara deve vivere”sono gli appelli del Comune di Procida e dei proprietari di Vivara lanciati al Ministero dell’Ambiente

vivara

Vivara Si aspetta solo la nomina del Presidente per l’apertura del cuore naturalistico e archeologico di Procida. Stiamo ovviamente parlando del presidente del Comitato dell’Ente Riserva Naturale dell’isola di Vivara che deve essere nominato dal Ministero dell'Ambiente già da aprile ovvero dalle dimissioni del vecchio presidente. «Fate presto per Vivara» è l'appello

Vesuvio, scoperta la vera data dell’eruzione che distrusse Pompei

Un team di ricercatori dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Osservatorio Vesuviano di Napoli) è tra i protagonisti di una sensazionale scoperta sull'eruzione del Vesuvio che nel 79 d.C. distrusse Pompei ed Ercolano. Secondo la famosa lettera di Plinio il Giovane a Tacito la data di eruzione veniva fatta risalire