“Pvteoli, Cumae, Misenvm”. Rinasce dopo 30 anni la rivista di studi dei Campi Flegrei.

Il 17 giugno uscirà nelle librerie e negli store online il primo numero della rivista «Puteoli, Cumae e Misenum» del Parco Archeologico dei Campi Flegrei edita da Valtrend. La rivista nasce sulle orme del progetto editoriale «Puteoli» che fino al 1971 con il professor Giuseppe Camodeca, aveva appassionato con

E’ uno Stanzione. Diario di una scoperta nella Diocesi di Pozzuoli.

Non c'è dubbio che entrare in una Chiesa possa cambiare la vita. Ora non parliamo di conversione o di vocazione ma parliamo di bellezza, di arte. Tutto è capitato durante una ricognizione. Don Roberto Della Rocca, direttore dell’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Pozzuoli e il professor

Al Cala Moresca la presentazione della Guida Turistica dei Campi Flegrei

Sarà presentata giovedì alle ore 10.30, presso l'Hotel Cala Moresca di Bacoli, la Guida Turistica dei Campi Flegrei dal titolo: “Campi Flegrei. Viaggio lento alle radici della storia tra paesaggi, arte, sapori e tradizioni” di Massimo D’Antonio con la prefazione dell’on. Vincenzo De Luca e dell’arch. Francesco Maisto. Alla presentazione con

Plinio e la cultura classica non si toccano!

Mentre l’archeologo e scrittore Alessandro Luciano sta coordinando l’organizzazione dell’entusiasmante rassegna sul “Le Memorie del Comandante. Plinio da Como alla Campania”, che si terrà a Bacoli e a Castellammare di Stabia dal 22 al 24 ottobre, esce la notizia del giusto affondo del presidente dell'Accademia Pliniana Massimiliano Mondelli contro una

ImmaginAzione. Il Parco Archeologico dei Campi Flegrei lancia un avviso pubblico.

Il Parco archeologico dei Campi Flegrei per la valorizzazione del territorio flegreo rilancia la sua strategia partecipativa. Questo avviso pubblico apre un nuovo scenario nel panorama italiano, per la progettazione condivisa dell’offerta educativa che il Parco vuole indirizzare verso due target specifici di pubblico: le scuole e le famiglie. Per il

Le regine “Giovanna” nella storia di Napoli

Nell'arco di due secoli, dalla metà del Trecento alla metà del Cinquecento, a Napoli si contano ben quattro regine con il nome "Giovanna". Giovanna I d’Angiò (1326-1382) è stata la regina regnante della casata angioina-napoletana che succedette al nonno re Roberto d’Angiò sul trono di Napoli governando dal 1343 al

30 oggetti raccontano il Mediterraneo in “Stupor Mundi” di Paolo Giulierini

Trenta preziosi "oggetti" per raccontare la storia delle civiltà che si affacciano sul Mediterraneo. Trenta racconti racchiusi in 320 pagine che sfoggiano le culture, le filosofie, le religioni del Mare Nostrum antico e moderno, quello della diversità e dell’inclusività. Il libro è “Stupor Mundi. Storia del Mediterraneo in trenta oggetti” (Rizzoli) di

Il paradosso del “Gatto di Schrödinger” nel romanzo della Greison. Il gatto nella scatola è vivo o è morto?

Esattamente un anno fa, per la prima volta in Italia, furono misurate e manipolate dal Dipartimento di Fisica E. Pancini della Federico II di Napoli le proprietà del bit quantistico (qubit) superconduttivo. Parliamo di Fisica!!! Per molti (e non vi nego anche per me) questa Scienza è tabù ma con Gabriella Greison si può

Eleonora Pimentel Fonseca

Eleonora de Fonseca Pimentel (1752-1799), romana di nascita e napoletana di adozione vive da Marchesa nel Regno di Napoli della seconda metà del ‘700 e muore da plebea sulla forca di piazza Mercato. Donna Lionora da donna borbonica passa nelle file della fallimentare “repubblica partenopea” per motivi non ancora ben chiariti

Maria Sofia, l’ultima regina del Regno delle Due Sicilie che lottò contro il Risorgimento.

Maria Sofia è stata la regina bavarese naturalizzata napolitana che lottò per tutta la vita contro il Risorgimento. La sua vita è legata alla storia del Regno delle Due Sicilie, quella storia che vide il tramonto della monarchia dei Borbone di Napoli. Chiamata la "Giovanna D’Arco Borbonica” e "l'eroina di Gaeta" combatté

Matilde Serao, la vita della prima donna che ha fondato e diretto un giornale

Matilde Serao è stata la prima donna ad aver fondato e diretto i quotidiani: Il Corriere di Roma, Il Mattino e Il Giorno. Giornalista e scrittrice è stata candidata sei volte al Premio Nobel per la Letteratura senza mai riceverlo. Il progetto: Le donne della storia di Napoli Nel 2021 ho scelto di raccontare “Le donne