Tu sei qui
Home > Campania > Libro: “Il Sistema. Potere, politica, affari: storia segreta della magistratura italiana. Alessandro Sallusti intervista Luca Palamara”

Libro: “Il Sistema. Potere, politica, affari: storia segreta della magistratura italiana. Alessandro Sallusti intervista Luca Palamara”

L’inquietante e sconcertante libro di Sallusti-Palamara fa tremare i polsi a magistrati, procuratori, sostituti, giudici, poliziotti e giornalisti del “Sistema” e fa traballare nei cittadini l’idea di giustizia a quanti hanno fiducia in essa.

Uscito in libreria il 26 gennaio Il Sistema. Potere, politica, affari: storia segreta della magistratura italiana. Alessandro Sallusti intervista Luca Palamara (Rizzoli), il libro è già introvabile.

Ci si chiede se un cittadino quando avrà finito di leggere questo libro avrà ancora fiducia nelle toghe e tra le prime domande che si porrà: chi punirà gli uomini del “Sistema” che hanno commesso illeciti? saranno mai puniti o si inventeranno qualcosa per non passare da “giudici” a “giudicati”? la giustizia sarà equa? Tante domande ma le risposte chissà se arriveranno !!!

Sono consapevole di aver contribuito a creare un sistema che per anni ha inciso sul mondo della magistratura e di conseguenza sulle dinamiche politiche e sociali del Paese. Non rinnego ciò che ho fatto, dico solo che tutti quelli – colleghi magistrati, importanti leader politici e uomini delle istituzioni molti dei quali tuttora al loro posto – che hanno partecipato con me a tessere questa tela erano pienamente consapevoli di ciò che stava accadendo.” Queste sono le prime parole del volume choc.

Per la prima volta nella storia della magistratura l’8 ottobre 2020 è stato radiato dall’ordine giudiziario un ex consigliere del Consiglio superiore della magistratura (Csm) ed ex presidente dell’Associazione magistrati (Amn).

Chi è caduto dall’Olimpo è Luca Palamara. Una brillante carriera: dal 2008 al 2012 è stato il più giovane presidente dell’Amn e dal 2014 al 2018 è stato membro togato del Csm.

Palamara è stato espulso a seguito di un’indagine sul suo ruolo di mediatore all’interno del sistema delle correnti della magistratura.

L’indagine risale al 9 maggio del 2019 quando un trojan nel suo cellulare intercetta una riunione notturna allo Champagne Palace Hotel di Via Principe Amedeo di Roma, nella quale c’è anche l’ex sottosegretario Luca Lotti e gli ex consiglieri del Csm Luca Palamara, Cosimo Ferri e Luigi Spina e si discute di nomine importanti come quella del futuro procuratore capo di Roma.

Palamara è accusato di rapporti indebiti con imprenditori e politici e di aver lavorato illecitamente per orientare incarichi e nomine.

Nel libro è stato portato alla luce il fitto reticolo di rapporti di poteri che ha guidato, secondo le rivelazioni del togato, le relazioni tra diversi poteri dello Stato che ha condizionato la stessa vita democratica dell’Italia.

Palamara racconta in dettaglio una marea di episodi con i nomi di magistrati e i dettagli sul meccanismo del “Sistema” che fonda le sue basi su una “logica di potere”, dominata dalle correnti dei magistrati, e questa logica non è solo la struttura dirigente della magistratura ma decide se aprire o chiudere le inchieste e decide perfino gli esiti delle sentenze.

Il “Sistema” per l’intervistato è una macchina perfetta fatta di procuratori, sostituti, giudici, poliziotti e giornalisti molto più potente del potere legittimo che ha deciso gli assetti della politica, tenuto sotto scacco i partiti e influito sulla vita di migliaia di cittadini.

Il “Sistema”, spiegato nel libro, “è il potere della magistratura, che non può essere scalfito: tutti coloro che ci hanno provato vengono abbattuti a colpi di sentenze, o magari attraverso un abile cecchino che, alla vigilia di una nomina, fa uscire notizie o intercettazioni sulla vita privata o i legami pericolosi di un magistrato”.

È quello che è successo anche a Palamara: nel momento del raggiungimento della vetta (l’elezione dei suoi candidati alle 2 più alte cariche della Corte di Cassazione), è cominciata la caduta.

Quando ho toccato il cielo, il Sistema ha deciso che dovevo andare all’inferno” e “Io non voglio portarmi segreti nella tomba, lo devo ai tanti magistrati che con queste storie nulla c’entrano.” così dice Palamara, incalzato dalle domande di Sallusti, direttore de “Il Giornale”

Centinaia di domande – “Raccomandazioni? Bella partenza per un magistrato? E’ una denuncia forte, ma non si parla di nomine e spartizioni? Mi sta dicendo che il governo Prodi cadde per una vendetta all’interno della magistratura contro di voi e contro Mastella? Mi pace il suo eufemismo: il nemico è la non sinistra? “ – a cui Palamara risponde con documenti alla mano aprendo il vaso di Pandora.

Ma c’è una domanda che l’autore pone a sè stesso “… è possibile che quel sistema interno alla magistratura con cui venivano decisi in modo abbastanza discutibile i procuratori, i magistrati più importanti d’Italia abbia infettato, oltre che la magistratura, anche la vita politica italiana? In altri termini, è possibile che abbiano subito attacchi giudiziari molti governi, da quello di Prodi a quello di Berlusconi, a quello di Renzi, financo a quello di Salvini?” e la risposta è racchiusa nelle parole di Palamaro e nella penna di Sallusti.

Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. E’ fondatore e presidente dell' associazione Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: