Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Bacoli > Pergolesi e lo “Stabat Mater” tra Napoli e Pozzuoli

Pergolesi e lo “Stabat Mater” tra Napoli e Pozzuoli

Napoli e Pozzuoli le due città che ospitarono Gian Battista Draghi conosciuto con il nome Pergolesi.

Il giovane compositore arrivò a Napoli a quindici anni (1725) per studiare al Conservatorio dei poveri di Gesù Cristo dove fu subito notato e morì a Pozzuoli il 16 marzo del 1736 a soli 26 anni dopo aver composto lo Stabat Mater nel Convento dei Caapuccini. Opera questa giudicata perfetta.

Preziosi documenti dell’Archivio storico diocesano di Pozzuoli e opere di artisti contemporanei saranno in mostra a Napoli lunedì 18 marzo alle 16.30 nella Real Cappella del Tesoro di San Gennaro. La mostra intitolata “Quando corpus morietur. Gli ultimi giorni di vita di Giovanni Battista Pergolesi”, realizzata con la consulenza scientifica dell’archivista Fabio Cutolo, è stata organizzata dall’Ufficio beni culturali ecclesiastici della Diocesi di Pozzuoli, diretto da don Roberto Della Rocca e dal Comune di Bacoli, sindaco Josi Della Ragione in collaborazione con la Real Cappella del Tesoro di San Gennaro, monsignor Vincenzo De Gregorio e il Liceo Ettore Maiorana di Pozzuoli.

Dopo il taglio del nastro alle 17.00 ci saranno la lectio magitralis del Maestro Francesco Cera dedicato al “Lo Stabat di Pergolesi tra storia e interpretazioni” e l’esecuzione della Ensemble Arte Musica, soprano Carlotta Colombo e mezzosoprano Lucia Napoli.

La sezione dei documenti antichi è stata allestita dagli allievi dell’indirizzo artistico del liceo Majorana di Pozzuoli che hanno narrato la vita di Pergolesi traendola dai testi dello storico bacolese Gianni Race.

La mostra è arricchita da 12 dipinti – ispirati alle dodici strofe dello Stabat – degli artisti: Gloria Pastore, Fabio Spataro, Antonio Ciraci, Alessandra Maisto, Luciano Scateni, Aurelio Talpa, Andrea Neri, Raffaele Biondi, Sergio Spataro, Roberto Sanchez, Consiglia Giovine.

La mostra sarà visitabile a Napoli fino al 14 aprile per poi essere ospitata a Pozzuoli, nella cattedrale San Procolo martire al Rione Terra, dove Pergolesi fu sepolto.

L’evento si concluderà a Bacoli martedì 19 alle 19.00 nella chiesa Sant’Anna a Bacoli – parroco don Alfonso Farina – dove si potrà assistere al concerto a cura del Maestro Francesco Cera con brani di Alessandro Scarlatti e lo Stabat Mater di Giovan Battista Pergolesi, con esecuzione della Ensemble Arte Musica, soprano Carlotta Colombo e mezzosoprano Lucia Napoli.

Avatar photo
Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. Archeo e Archeologia Viva. Consulente della Regione Siciliana, Parco Archeologico di Himera, Solunto e Iato. Già consulente della Regione Campania, della Soprintendenza Architettonica di Napoli e della Diocesi di Pozzuoli. Ha master e attestati in archeologia e in archeologia subacquea. Già docente di scavo archeologico, rilievo archeologico e aerofotogrammetria. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. E’ fondatore e presidente dell' associazione Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: