Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Bacoli > Pozzuoli. I big dell’archeologia si incontrano per “Anfiteatri Contemporanei”

Pozzuoli. I big dell’archeologia si incontrano per “Anfiteatri Contemporanei”

Metti un bel pomeriggio d’estate, avvolti dalla storia e dalla bellezza in uno degli anfiteatri più grandi mai costruiti al mondo dagli antichi romani e già questo vale il viaggio.

Aggiungi poi ascoltare due tra le più eminenti personalità del mondo dell’archeologia: Fabio Pagano, direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei e Gabriel Zuchtriegel, direttore generale del Parco Archeologico di Pompei, e sei certo che non vorresti essere altrove.

E’ stato un evento culturale ben organizzato nei tempi e nei modi dal Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

E questo è stato solo il primo dei quattro incontri del ciclo: “Anfiteatri Contemporanei. Dialoghi dentro e intorno al monumento”.

Fabio Pagano, direttore del Parco Archeologico dei Campi Flegrei e Gabriel Zuchtriegel, direttore generale del Parco Archeologico di Pompei.
Ph. Ar

Al centro del meeting culturale gli Anfiteatri d’Italia con uno sguardo particolare agli anfiteatri a quelli di Pompei e di Pozzuoli.

Durante «la chiacchierata» si è parlato anche di valorizzazione di questi monumenti alla cui base c’è la loro tutela. Le parole chiavi sono state preservare gli anfiteatri e usufruire di questi luoghi antichi.

Fa gli onori di casa il direttore Fabio Pagano: “Abbiamo voluto chiamare all’appello coloro che hanno importanti anfiteatri della Regione, non potevano mancare il Colosseo e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dove attualmente è in corso la Mostra sui gladiatori, per interrogarci e dialogare insieme sul ruolo di questi monumenti nel mondo antico, ma anche e soprattutto delle potenzialità che questi spazi hanno come luoghi contemporanei».

E delle otto parole che compongono il titolo della rassegna, è proprio il termine «contemporanei» quello che senza dubbio risalta di più all’occhio.

Il concetto lo chiarisce lo stesso Fabio Pagano dicendo «abbiamo intitolato così il ciclo di incontri … cioè come usare quegli spazi nel rispetto della memoria storica dei luoghi per eventi, spettacoli e rappresentazioni che possano farli rivivere non soltanto come luoghi di spettacolo antico, ma anche contemporaneo“.

La «chiacchierata» prosegue con il direttore del Parco di Pompei Gabriel Zuchtriegel che dopo aver fatto una panoramica sui due anfiteatri pompeiani e sul loro uso nell’antico, ha poi ricordato il concerto senza pubblico degli anni ’70 tenuto dai Pink Floyd fino alle opere teatrali di questi giorni.

Gabriel Zuchtriegel, Direttore del parco Archeologico di Pompei. Ph.Ar

Dopo l’incontro con il direttore di Pompei, Fabio Pagano dialogherà il 22 luglio con l’archeologa Federica Rinaldi, responsabile del Parco Archeologico del Colosseo, seguirà il 29 luglio l’incontro con Paolo Giulierini, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e il 9 settembre il ciclo di incontri terminerà con il direttore flegreo che discorrerà con Marta Ragozzino, direttrice regionale Musei Campania e con Ida Gennarelli, direttrice del Museo Archeologico dell’antica Capua, del Mitreo e dell’anfiteatro Campano.

Alla domanda della scrivente se i direttori dei tre principali anfiteatri italiani: Colosseo, Capua e Pozzuoli, i direttori del Parco di Pompei (Patrimonio UNESCO) e del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il più importante museo al mondo di arte romana, avessero già in programma una collaborazione, Fabio Pagano ha risposto affermativamente: «E’ un dialogo per traguardare le linee comuni e condividere esperienze, anche di progettazione, che si sono fatte ad esempio al Colosseo, in questo momento al centro dell’attenzione per il restauro e il rifacimento della platea dell’arena. E prosegue Pagano dicendo: Vorremmo chiedere ai nostri interlocutori, ai nostri ospiti, cosa stanno facendo nei loro anfiteatri, che ruolo hanno i loro anfiteatri all’interno dei loro Parchi archeologici, anche mettendo in gioco quello che stiamo facendo noi a Pozzuoli, per capire la dialettica che si può costruire insieme». 

Alcuni degli ospiti si intrattengono con i due direttori

La rassegna rientra nell’ambito del percorso espositivo e multimediale «Proiezioni» organizzato in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, in stretta connessione con la mostra «Gladiatori», visitabile fino al 26 settembre presso l’Anfiteatro di Pozzuoli.  

Anfiteatro di Pozzuoli. Foto PaFleg Maggio 2021. Inaugurazione della mostra «Proiezioni»
del Parco Archeologico dei Campi Flegrei in collaborazione con il Museo Archeologico dei Campi Flegrei
Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. E’ fondatore e presidente dell' associazione Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: