Tu sei qui
Home > Campania > Campania virtuosa, quattro riconoscimenti per il Premio Vivere a Spreco Zero

Campania virtuosa, quattro riconoscimenti per il Premio Vivere a Spreco Zero

Campania virtuosa e in pole position con 4 riconoscimenti all’8^ edizione del Premio Vivere a #sprecozero 2020, i piccoli Oscar della sostenibilità assegnati annualmente nell’ambito della campagna Spreco Zero con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, dell’ANCI e di World Food Programme Italia. Tante buone pratiche di tutta Italia in categorie dedicate alle istituzioni, alle aziende, alle associazioni, alle scuole e ai cittadini. La cerimonia di Premiazione, con la partecipazione dell’Ambasciatrice di buone pratiche Veronica Pivetti, del Fondatore Spreco Zero Andrea Segre’ e dei Sottosegretari alla Salute, Sandra Zampa e all’Ambiente, Roberto Morassut, è in programma giovedì 26 novembre su piattaforma, partecipazione aperta al link https://webinarasppinext.adobeconnect.com/vivere-a-sprecozero-2020/event/event_info.html.  

E’ innanzitutto Casa Surace – la factory e casa di produzione nata del 2015 da un gruppo di amici e coinquilini, oggi “famiglia allargata” con oltre 3 milioni di fan sul web – a conquistare il premio nella Categoria Biodiversita’, che si propone di sottolineare l’attenzione alle priorità indicate annualmente dalle Nazioni Unite, quest’anno appunto individuata nel rispetto della Biodiversità. Casa Surace vinceper l’efficacia virale dei video prodotti in queste stagioni, ad alto potenziale di sensibilizzazione sui temi caldi della sostenibilità e anche dell’importanza di cibi biodiversi legati alla promozione della biodiversità agroalimentare”. Parteciperà alla premiazione Daniele Pugliese co-founder_autore di Casa Surace.   Il 2020 è un anno ‘speciale’ per la Scuola e si è voluto riconoscere un Premio Speciale legato ad una esperienza virtuose: alla Onlus Maestri di Strada di Napoli, da oltre 20 anni in frontline nei quartieri degradati di Napoli e artefice di progetti sostenibilita’ e di educazione alimentare per studenti e famiglie, per aver promosso nella primavera 2020, una buona pratica importante in chiave di prevenzione dello spreco, il minidiario dedicato alla gestione domestica del cibo, dall’acquisto alla conservazione, al suo utilizzo. Alla premiazione interverrà il fondatore di Maestri di Strada, e presidente, Cesare Moreno.

Resta in Campania anche il Premio Vivere a #sprecozero nella categoria Associazioni, dove vince L’Università della Cucina Mediterranea, associazione di promozione sociale per l’informazione e la valorizzazione della cultura enogastronomica, per aver attivato una rete di promozione sociale con base a Sorrento, capace di coinvolgere in un articolato progetto di educazione alimentare gli operatori del settore eno-gastronomico, turistico, della ristorazione, della comunicazione e della difesa dei diritti dei consumatori. Alla premiazione interverrà il presidente dell’UCMED, Università della Cucina Mediterranea Alberto Corbino.  Il Premio Vivere a #sprecozero 2020  nella categoria Dieta Mediterranea va invece al progetto “La cucina del riciclo” del Liceo “Q. Orazio Flacco” di Portici, per aver sviluppato un ricettario basato su ricerche e tradizioni legate alla dieta e ai valori mediterranei, offrendo gustose e salutari idee per rigenerare gli avanzi di cucina in nuovi piatti. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con MedEatReserarch, il Centro di ricerche sociali sulla dieta mediterranea dell’Università Suor Orsola Benincasa fondato dagli antropologi Marino Niola ed Elisabetta Moro. Interverrà alla premiazione la dirigente scolastica dell’Istituto Liceale Quinto Orazio Flacco di Portici, Iolanda Giovidelli.

Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: