Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > “Musica, Poesia e Rivoluzione”. Vincenzo Crosio presenta il romanzo “Storia di Eleonora de Esneider e del suo giovane amante Carlos de Oliveira”. Interventi di Mimmo Grasso e Davide Carnevale

“Musica, Poesia e Rivoluzione”. Vincenzo Crosio presenta il romanzo “Storia di Eleonora de Esneider e del suo giovane amante Carlos de Oliveira”. Interventi di Mimmo Grasso e Davide Carnevale

Martedì 21 dicembre nell’ambito dell’evento “Musica, Poesia e Rivoluzione” del Laboratorio artistico di Davide Carnevale in via Campiglione a Pozzuoli, Vincenzo Crosio presenta il suo romanzo “Storia di Eleonora de Esneider e del suo giovane amante Carlos de Oliveira” edito dalla casa editrice di Palermo La Zisa. Interverrà Mimmo Grasso a cui seguirà un concerto del sentiero degli Anaconda, un gruppo puteolano specializzato in musiche ispanoamericane e un reading aperto ai poeti presenti. E a seguire ancora una festa per salutare l’anno che se ne va.

Intervista all’autore, Vicenzo Crosio.

Il suo è un romanzo storico che mette insieme “due mondi”. Il sud Italia e l’America Latina. Ci parli del protagonista?

“Il mio è un romanzo storico il cui protagonista Oscar La Cayenna è un personaggio epico, un bandito calabro lucano figlio naturale del duca di Buonvicino, Giuseppe Isaia de Sales. Oscar La Cayenna è il suo pseudonimo, è costretto ad abbandonare l’Italia per la sua adesione al banditismo meridionale dopo l’Unità d’Italia, con cui lo Stato sabaudo di fatto si appropriò del Regno delle Due Sicilie. Incolpato di crimini mai commessi, la sua casa colonica fu messa a ferro e fuoco dai ‘forconi’ mandati dai feudatari del luogo e culminò con la morte della moglie e dei suoi due figli”.

A questo punto la storia continua in sud America…

“Il protagonista, in fuga per il mondo sbarcato su un’isola dei Caraibi, passata sotto il regno di don Fernando de Norogna, incontra la sposa del reggente Riccardo Oviedo, Eleora de Esneider nobildonna della corte prussiana, un matrimonio infelice e sciagurato. A questo punto prende le mosse un’avventura passionale, sentimentale e politica entro il contesto dei moti di ribellione all’Impero Austroungarico delle colonie spagnole in Sud America da parte dei rivoluzionari di Simon Bolivar. Una piccola guerra rivoluzionaria che renderà Oscar La Cayenna ed Eleonora parte di un dramma collettivo, esistenziale e storico insieme che si protrarrà fino alla prima guerra mondiale ed oltre…”.

Un romanzo complesso. Ha richiesto un lavoro letterario impegnativo?

“E’ un romanzo che ha richiesto una scrittura durata una decina d’anni, tra i Caraibi, la Calabria e la Lucania, in cui i sentimenti personali s’intrecciano con i luoghi, le geografie e la storia delle due terre, quelle meridionali e le Americhe del sud e del nord, terre di emigrazione di intere masse povere dell’Italia del sud. Banditismo e questione sociale s’intrecciano in un interessante intrigo di storie e delle passioni”.

Il romanzo di Crosio è la storia travagliata di un uomo che si dibatte nelle difficoltà della vita nella sua epoca, cercando di sfuggire dal corso che il destino gli ha assegnato. Attraverso continui colpi di scena, il lettore rimane incollato alle pagine, inseguendo il protagonista in un vortice apparentemente senza fine. Nel romanzo traspare il genio drammatico dell’autore che pone l’attenzione su quella parte più debole della popolazione che, a causa della povertà e dell’ignoranza, trovava nel delinquere l’unica via possibile, oltre alla denuncia contro il sistema giudiziario, che puniva anche i furti comuni con la pena di morte. Ma per il protagonista l’ultima speranza porta il nome di un amore quasi impossibile. Il racconto si sviluppa in una città di mare con abitanti, contesa da Austria, Germania, Inghilterra e sovrastata da un vulcano.

Ciro Biondi
Giornalista, scrive prevalentemente di attualità, sociale, cultura, turismo e ambiente. E' responsabile dell'Ufficio Comunicazione della Caritas Diocesana di Pozzuoli. Ha collaborato con quotidiani e periodici. E’ specializzato in comunicazione sociale e istituzionale. Si è occupato di uffici stampa ed è presidente dell'associazione di promozione sociale Dialogos Comunicazione. Con le scuole e le associazioni promuove incontri su legalità, volontariato, solidarietà tra i popoli, dialogo tra le religioni e storia. E' docente di scuola statale secondaria di secondo grado. Ha ottenuto vari riconoscimenti per l'attività giornalistica. Per il suo impegno sociale, culturale e professionale nel 2013 il Capo dello Stato lo ha insignito dell'onorificenza di cavaliere della Repubblica.
http://www.cirobiondi.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto