Tu sei qui
Home > Napoli > Estate a Napoli 2021, Il Castello dei 5 sensi con il soprano Erin Wakeman e dell’Ensemble Barocco Accademia Reale

Estate a Napoli 2021, Il Castello dei 5 sensi con il soprano Erin Wakeman e dell’Ensemble Barocco Accademia Reale

L’Aria barocca per soprano e strumenti antichi nello splendido scenario della terrazza dei cannoni del Castel dell’Ovo dove, come narra la leggenda, la Sirena Partenope diede inizio alla storia di Napoli.

Si terrà giovedì 15 luglio, alle ore 20, il concerto del soprano Erin Wakeman e dell’Ensemble Barocco Accademia Reale, diretto dal M° Giovanni Borrelli, sulla suggestiva terrazza dei cannoni del Castel dell’Ovo di Napoli, nell’ambito della manifestazione Estate a Napoli, Il Castello dei 5 sensi organizzato dal Comune di Napoli.

Ad eseguire le Arie a voce di soprano, le Ouverture di G. F. Haendel, G. B Pergolesi, A. Vivaldi e le Sonate di Michele Mascitti, compositore formatosi a Napoli nel primo Settecento, il M° Giovanni Borrelli (Violino barocco di concerto e direzione), i musicisti Carmine Matino (Viola barocca) Francesco Scalzo (Violoncello barocco), Tina Soldi (Clavicembalo) e l’incantevole soprano americana Erin Wakeman. L’iniziativa è inserita nel progetto I Concerti dell’Accademia X edizione a cura dell’Associazione Culturale Accademia Reale, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, presentata nell’ambito della manifestazione “Estate a Napoli 2021, Il Castello dei 5 sensi” del Comune di Napoli, promossa dall’assessore alla cultura Annamaria Palmieri e dalla dottoressa Vanessa Antinolfi.

Il concerto si inserisce nel progetto di ricerca, recupero e valorizzazione del patrimonio musicale napoletano ed europeo del XVII e XVIII secolo, inedito o poco eseguito ma di grande pregio che nel Settecento ha favorito l’ascesa artistica di interpreti e solisti prestigiosi.

Concerto ore 20,00

Prenotazione obbligatoria a: accademiareale@gmail.com

Costo concerto € 15

Ridotto € 10

Programma

G. F. Haendel (1685 – 1759)          

                                   Giulio Cesare in Egitto HWV 17, (1724)Ouverture I atto

                                   V’adoro pupille, Aria di Cleopatra daGiulio Cesare HVW 17 (1717)

G. F. Haendel (1685 – 1759)

                                   Tornami a vagheggiar, Aria di Morgana, da Alcina HVW 34 (1735),

M. Mascitti 1664 – 1760)

Sonata a violino e basso n 10 op. 2 in Mi maggiore

(Largo, Allegro, Sarabanda, Gavotta)

G. F. Haendel (1685 – 1759)          

                                   Piangerò la sorte miae, Aria di Cleopatra daGiulio Cesare HVW 17 (1717)

G.  B. Pergolesi (1710 – 1736)       

Stizzoso mio stizzoso, Aria di Serpina da La Serva Padrona (1733),

G. F. Haendel (1685 – 1759)          

                                   Lascia ch’io pianga, Aria di Almirena da Rinaldo HWV 7 (1711)                                              

J. S. Bach (1685 – 1750) Sonata per violino e cembalo BWV 1021

A. Vivaldi (1678 – 1741)

                                   Domine Deusda Gloria in Re maggiore RV 589

H. Purcell(1659 – 1695)    

SweeterthanrosesdaPausanius, the Betrayer of hisCountry (1695)

G. F. Haendel(1685 – 1759)

Faramondo HWV 39 (1737) Ouverture

G. F. Haendel (1685 – 1759)          

                                   Lusinghe più care, Aria di Rossana da Alessandro HWV 21 (1726)                       

G. F. Haendel (1685 – 1759)          

                                   Let the brightSeraphim da Samson HWV 57 (1741)         

Ensemble barocco Accademia Reale

Erin Wakeman, soprano

Giovanni Borrelli, violino barocco e direzione

Carmine Matino, viola barocca

Francesco Scalzo, violoncello barocco

Tina Soldi, clavicembalo

Pierluigi Musto
Pierluigi Musto nasce a Napoli il 27 luglio1962, dopo il diploma di maturità al liceo scientifico si laurea in Scienze Geologiche e si abilita alla professione di Geologo. Si abilita all’insegnamento in Matematica alle scuole medie e in Geografia per gli istituti tecnici. Dal 2007 è docente in ruolo in matematica e scienze nella provincia di Napoli. E’ autore del sito www.campiflegrei.eu Da numerosi anni si interessa della promozione del territorio flegreo collaborando tra l’altro nell’organizzazione dell’evento ricorrente “Malazè”. Collabora con numerose associazioni locali nella didattica e divulgazione della geologia dei Campi Flegrei.
http://www.campiflegrei.eu

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: