Tu sei qui
Home > Campania > Ischia, Procida e Capri. Richiesta di riduzione delle tariffe di traghetti e aliscafi per tutti i cittadini campani

Ischia, Procida e Capri. Richiesta di riduzione delle tariffe di traghetti e aliscafi per tutti i cittadini campani

La lettera è stata inviata al presidente della giunta regionale, Vincenzo De Luca e al presidente dell’Ancim, l’associazione nazionale dei comuni delle isole minori, Francesco Del Deo.

L’autore è l’avvocato Nicola De Siano di Forio.

Sono Nicola De Siano, Le scrivo dalla bellissima isola d’Ischia: gli abitanti delle isole minori italiane stanno soffrendo più di altri la forte crisi determinata dal CoViD-19.Le ragioni di questa maggior sofferenza, a mio modesto avviso, sono da ricercare soprattutto nei costi del trasporto marittimo, che a volte costituiscono quasi un embargo.Una famiglia campana (4 componenti) che scelga Ischia per le sue vacanze, deve sostenere un costo di aliscafo A/R, di circa 160,00 € in aliscafo, 80,00 € in traghetto A/R.

Durante l’estate, il periodo di permanenza è di circa 5 giorni, per cui il costo è spalmato per l’intero soggiorno e non penalizza molto il turismo isolano. Ma nel periodo invernale la famiglia campana deciderà di andare altrove a fare un fine settimana (magari fuori regione), o semplicemente a trascorrere una giornata di relax, perché le isole del Golfo, nel periodo invernale – per i motivi su esposti –  non hanno appeal: nessuno spende cifre del genere per il solo trasporto, per una giornata fuori casa.

Considero invece fondamentale incrementare il turismo di prossimità nel periodo invernale.I traghetti viaggiano comunque: perché non valorizzare un turismo culturale nel periodo invernale, un turismo gastronomico, di passeggiate nel verde ed altro all’interno della Regione Campania?

Auspico quindi una riduzione del costo del trasporto marittimo (da parificare ai residenti), da e per le Isole del Golfo di Napoli, per tutti i cittadini campani nel periodo ottobre 2021 fino a marzo 2022, al fine di promuovere il turismo di prossimità regionale nel periodo invernale.Inoltre, sempre nel periodo invernale, dovrebbero diminuire i costi per chi trasporta nelle isole carburanti e materie, perché altrimenti il prossimo ottobre, al termine dei grandi flussi turistici, sulle isole assisteremo ad un aumento sostanziale della povertà: vivere su un’isola durante l’inverno (ai tempi del Covid) ed essere disoccupati, con la benzina e il gas che costano il 40% in più alla media nazionale è una tragedia.Siamo Isolani: non isolateci.                   

Distinti saluti​​​​​​​ Forio, 22.05.2021                                                                                                            Nicola De Siano

Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: