Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Un viaggio alla scoperta della Bottega dei Semplici Pensieri

Un viaggio alla scoperta della Bottega dei Semplici Pensieri

“La cosa bella del lavoro di squadra è che hai sempre qualcuno dalla tua parte”.

Utilizzo la bella frase pubblicata sulla pagina Facebook della Bottega dei Semplici Pensieri per raccontarvi del Party offerto dall’associazione ieri sera, nella splendida location di Villa Eubea a Cuma,  per presentare i progetti per l’anno 2019.

La Onlus costituita nel 2012 dai familiari di ragazzi down o con lieve deficit intellettivo allo scopo di valorizzare le capacità dei ragazzi e dare loro formazione professionale post scolare e concrete opportunità di inserimento lavorativo e inclusione sociale.

Circa 20 ragazzi gravitano intorno all’Associazione, con un’età compresa tra i 20 e i 30 anni con la collaborazione dei tanti volontari che quotidianamente offrono loro occasioni di formazione, crescita personale, laboratori didattici (teatro, autonomia, artigianato), uscite sul territorio e momenti di incontro, confronto e gioco.

La presidente Maria Trapanese ha descritto le attività svolte in questi anni dall’associazione e la giornalista Emanuela Capuano, che da anni collabora con l’associazione, ha condotto la serata presentando i progetti realizzati e il programma per il 2019 con la sua solita verve e spirito.

  1. Progetto Iris, con il Comune di Quarto sarà attivato il Il laboratorio “Mo‘…sai ke art“, incentrato sull’apprendere l’arte del mosaico.
  2. Progetto “Territorio, formazione e sviluppo” con il Comune di Pozzuoli. L’associazione si farà portavoce della diffusione della cultura dell’integrazione attraverso dei workshop.
Marco Postiglione ed Edo Faiella della Poptarts U2 Tribute Band Napoli  si sono esibiti in un duo acustico aspettando l’uscita (marzo 2019) del CD Live at Freqency registrato durante i live del 2016 e 2018 e il cui ricavato sarà destinato a sostenere le attività dell’Associazione.
Sono tanti gli amici e i mecenati che da anni supportano la Bottega dei Semplici Pensieri con il loro tempo, le competenze, i prodotti: ASPI – Associazione della Sommellerie Professionale Italiana, Birra KBirr, Cantine Astroni, Concettina 3 Santi – Ciro Oliva, I Fratelli Caponi, Marco Infante Casa Infante, Michele Grande La bifora, Multicenter School, Michele Pelliccia chef della Bottega, Pasticceria Di Costanzo, Il Vero Gastrobar.
Molte testimonianze, durante la presentazione tra le quali il Sindaco di Quarto e l’ass. di Pozzuoli che hanno dato conferma all’avvio dei due progetti per il 2019.
Ma l’associazione già ha realizzato diversi progetti negli anni passati.

Il Brindisi Solidale. 
APECAR STREET BAR, riguarda un’attività itinerante, che si svolge con l’utilizzo di un Apecar appositamente adibito a servire bevande, durante eventi speciali, come congressi, matrimoni, lauree.
L’Apecar è un piccolo “Kè Bar” dove i ragazzi dell’Associazione coadiuvati da tutor, preparano e servono caffè, aperitivi o cocktail accompagnati da stuzzichini, o da piccola pasticceria secondo le richieste. A sostegno dell’iniziativa si sono già resi disponibili partner importanti e qualificati come l’azienda vitivinicola Cantine Astroni, l’ A.I.S. (associazione italiana Sommelier) e l’Azienda “Casa Infante”, che forniranno i loro prodotti a prezzi solidali e saranno a disposizione per seguire e migliorare la formazione professionale dei ragazzi. A Maggio l’Apecar della Bottega parteciperà alla XII edizione di Wine&Thecity.

Semplicemente Chef.
È un progetto che prevede un corso di formazione in cucina per ragazzi diversamente abili e, a seguire, una competizione gastronomica tra squadre. L’iniziativa, già realizzata nel 2016-2017 grazie al finanziamento della Fondazione Grimaldi, combina formazione e gioco e ha un grande impatto motivazionale sui ragazzi. La sfida vede insieme diverse squadre formate da ragazzi diversamente abili che studiano presso Istituti alberghieri di Napoli e della Provincia. Dopo un periodo di preparazione e formazione di circa 7 mesi, le squadre si affrontano in una vera e propria gara culinaria durante la quale si cimentano nella preparazione di un antipasto, un primo e un dessert. Il Progetto è stato rifinanziato dalla Fondazione Grimaldi anche per il 2018-2019 e comprenderà, per rendere l’offerta formativa più completa, anche il servizio di sala. Di conseguenza verranno inseriti nel corso di formazione e nella successiva competizione, anche dei ragazzi addetti al servizio ai tavoli. Come per l’edizione 2016-2017 una giuria di cuochi stellati, critici gastronomici e giornalisti enogastronomici, decreterà i vincitori, e questi ultimi prenderanno parte a degli stage formativi presso aziende importanti del settore food & beverage

Ke Bar.
È la prima vera esperienza di lavoro dei ragazzi della Bottega. Si tratta in realtà di uno stage formativo che tocca l’organizzazione e la gestione di un piccolo bar all’interno di una scuola di Pozzuoli la “Multicenter School”. Ke bar è aperto ogni giorno dalle 8 alle 18 compreso il sabato mattina, vi lavorano a turno tutti i ragazzi dell’Associazione guidati da due giovani volontari. Si preparano caffè e cappuccini, si servono bibite e prodotti da banco. I ragazzi lavorano in un ambiente protetto, giovane e stimolante, imparano a confrontarsi con il pubblico e al tempo stesso gli alunni della scuola si relazionano con la “diversità” ed un mondo a tanti sconosciuto. Rappresenta comunque, per tutti, un grande momento di crescita, di convivenza e di integrazione sociale.

Progetto Barman.
È un corso di formazione per Barman con lo scopo di ampliare le competenze dei ragazzi e quindi le opportunità di inserimento lavorativo. L’Associazione è attualmente impegnata nel reperire i fondi per la realizzazione del progetto ritenuto importante anche ai fini formativi per le attività progettuali del Ke Bar e dell’Apecar.

Raccogliendo mi trasformo.
È un importante stage formativo nonché momento di aggregazione iniziato nel 2016 e realizzato con il supporto dell’Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Agraria. È pensato con l’intento specifico di avvicinare i ragazzi alla natura e alla coltivazione della terra perché condividano l’impegno di una giornata di lavoro ma anche la soddisfazione finale del raccolto. Il Dipartimento di Agraria mette a disposizione dei ragazzi il proprio personale qualificato e un terreno sito presso il Centro di sperimentazione di Castel Volturno idoneo alla coltivazione del granoturco rosso. Il progetto per il primo anno segue tre diverse colture: l’uva per la vendemmia, il granoturco per la farina, le melanzane dell’orto per le conserve . Il secondo anno, nel mese di giugno comincia la raccolta della frutta, e si pianta il mais per la farina di granturco. I prodotti così ottenuti vengono trasformati presso aziende certificate e autorizzate e pertanto possono essere utilizzati per la raccolta fondi contribuendo a rendere questo progetto auto sostenibile e duraturo nel tempo.

Le bomboniere solidali.
È il laboratorio artigianale che l’Associazione riserva alla creazione di bomboniere. Ha il duplice scopo di stimolare la fantasia dei ragazzi, migliorarne le loro capacità manuali e rendere produttivo il loro lavoro. Si tiene presso la sede della Bottega, sotto la guida di volontari, generalmente due volte la settimana. Il catalogo di oggetti viene aggiornato poco alla volta con l’aiuto dei volontari, grazie all’impegno dei ragazzi.

http://www.labottegadeisemplicipensieri.it/

 

Anna Abbate
Anna Abbate
Archeologa, consulente informatica e web design freelance. Nata a Napoli, si occupa dal 1971 di Information Tecnology dopo essersi formata alla IBM come Analista Programmatore. Dopo una vita vissuta nel futuro ha conseguito la Laurea Magistrale in Archeologia presso l’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa”. Divide il suo tempo tra la passione per l’informatica e la ricerca storica. Con alcuni amici archeologi ed antropologi ha fondato nel 2011 il “Gruppo Archeologico Kyme”, associazione di promozione sociale, della quale attualmente è presidente, organizzando giornate di valorizzazione e promozione del patrimonio storico-archeologico e delle tradizioni dedicate soprattutto alle scuole. Si occupa, in particolare di Napoli e del territorio flegreo. Ha pubblicato il libro "Da Apicio... a Scapece (Valtrend Editore, 2017)

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
error: Il contenuto del sito è protetto