Tu sei qui
Home > Napoli > Il 15 Aprile 1967 moriva il principe della risata

Il 15 Aprile 1967 moriva il principe della risata

Il 15 Aprile di 51 anni fa moriva Antonio De Curtis, in arte Totò. Un personaggio originale nella sua attività professionale,  una personalità eccelsa anche nel privato. Una maschera comica dietro la quale si trincerava un animo nobile, ma perdutamente angosciato. Egli che spronava le persone a rallegrarsi comprendeva troppo bene le sofferenze della vita che sdrammatizzava, ma approfondiva al tempo stesso. La comicità di situazione si intrecciava a quella linguistica in un connubio esaltato dalla sua grande capacità di improvvisazione. Della napoletaneità ci ha raccontato i pregi, i difetti, i pregiudizi rendendo la sua cultura autoctona universale mediante la profondità della sua arte.Di tempo ne è trascorso, ma ancora  infinite sono le celebrazioni in memoria di un personaggio ineguagliabile, così sublime da non essere apprezzato fino in fondo dalla sua epoca, colpevole di essere troppo giovane per accogliere tra le sue braccia l’illustre signore Antonio De Curtis.

Martina Bruna Chiaiese
Martina Bruna Chiaiese
Nata a Napoli nel 1994. Fin da bambina è sensibile al mondo della cultura e della scrittura. Ha frequentato il Liceo Classico Antonio Genovesi grazie al quale matura un grande interesse per la lingua e la letteratura italiana e inglese. Si iscrive all’Università degli Studi di Napoli L’Orientale e nel 2017 consegue la laurea in Lingue, Lettere e Culture Comparate nelle lingue inglese e cinese. Attualmente frequenta il corso di Laurea Magistrale in Lingue e Civiltà Orientali approfondendo lo studio della lingua, la storia, l’archeologia e la letteratura cinese. In ambito giornalistico si occupa della coordinazione del quotidiano on-line L’Osservatorio Flegreo ed è direttore della testata QuiCampiFlegrei. La sua passione è lo sport.

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu