Tu sei qui
Home > Rubriche > La rinascita della poesia Napoletana > La scuola pittorica Napoletana

La scuola pittorica Napoletana

Napoli e l’arte della pittura

Napoli vanta una tradizione pittorica di lungo corso, la sua massima espansione artistica si è avuta nel XVI secolo, in piena epoca Caravaggesca, con quella moltitudine di pittori che a lui si sono ispirati, soprattutto dopo la sua permanenza nel capoluogo Partenopeo. Grazie all’ influenza degli Angioini, che dal XIII secolo resero Napoli capitale del sud, e introdussero in città una varietà di artisti, soprattutto della scuola fiorentina e fiamminga, Napoli divenne una capitale dell’ arte, prima in Italia per la scuola fiamminga. Con l’avvento degli Aragonesi, Napoli si trasformerà da capitale della pittura a città di scultura, con le realizzazioni di varie opere artistiche e architettoniche. Nel tardo Ottocento, prenderà forma la cosiddetta scuola di Posillipo: artisti Italiani e stranieri ( van Pitloo) per citarne uno, riuniti nell’ unico scopo di ritrarre con estrema vividezza paesaggi marini, immersi nella natura del verde e nei misteri del golfo. Il mondo tutto deve un plauso ai grandi artisti della cosiddetta tradizione Napoletana, che hanno lasciato tracce indelebili della loro grandezza, che come polvere di stelle, ci illuminano in eterno.

I maggiori artisti della scuola pittorica Napoletana

Attilio Pratella 1856-1949

Aniello Falcone 1607-1656

Vincenzo Gemito 1852-1929

Vincenzo Migliaro 1858-1938

Giuseppe De Curtis

Luca Giordano 1634-1705

Salvator Rosa 1615-1673

Battistello Caracciolo 1578-1635

Massimo Stanzione 1585-1656

Annella Di Massimo 1602-1643

Domenico Morelli 1823-1901

La scuola di Posillipo

Giacinto Gigante 1806-1876

Teodoro Duclére 1812-1869

Consalvo Carelli 1818-1900

Salvatore Fergola 1796-1874

Anton Van Pitloo (artista Olandese, fu il primo a inserire a Napoli la moda della pittura paesaggistica, con la tecnica a olio; restó nella capitale borbonica fino alla sua morte, nel 1837)

Avatar photo
Ivan Tudisco
Ivan Tudisco è nato a Napoli nel 1980 dove attualmente vive. Nel 2007 ha esordito con una raccolta di poesie edita da una casa editrice Siciliana, seguiranno altre due raccolte, di cui l’ultima pubblicata nel 2021 con una editrice Romana: Rosabianca edizioni. Nel 2020 ha esordito con il suo primo romanzo: Gente di Pianura, in ebook. Una serie di racconti di genere vario, sono stati pubblicati su varie antologie nazionali tra il 2019 e il 2021, e una raccolta di favole, ha visto la sua pubblicazione nel 2021, ed è tuttora disponibile sul sito della casa editrice Ivvi. In Giugno 2022, sarà pubblicato un nuovo romanzo, con l’editrice Montag, collabora con QuiCampiFlegrei dal 2020. Tutti i libri di Ivan Tudisco sono disponibili nelle librerie online, quali: Mondadori storie, La Feltrinelli, Libro Co.

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: