Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Napoli, “Insieme si può”, una serata per l’Africa

Napoli, “Insieme si può”, una serata per l’Africa

“Insieme si può ” è lo slogan dell’evento solidale che si è tenuto il 23 giugno presso la sede dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, per la presentazione e raccolta fondi della  prima missione sanitaria  di Aisha Foundation in collaborazione con l’Associazione Hamef  avente destinazione Ouragahio, Costa d’ Avorio.

Allo scopo nei mesi precedenti è stata organizzata una raccolta di farmaci, donati  dall’Ordine dei Farmacisti di Napoli tramite il progetto “Un farmaco per tutti” e di abbigliamento sportivo ed accessori, donati dalla  neopartner di Aisha Foundation, GIVOVA.

Ad  implementare la raccolta fondi  anche un’esposizione artistica cui hanno contribuito  gli  alunni dell’ IC Terzo Gadda di Quarto.

Tante le personalità che hanno inteso scendere in campo a sostegno della serata di  raccolta per  Aisha Foundation ed Hamef tra cui il Sindaco di Quarto Città Metropolitana di Napoli avv. Antonio Sabino, il Consigliere della Regione Campania, Fulvio Frezza, la giornalista portavoce di Articolo21 Campania,  Desirée Klain,  il Segretario della UIL Campania,  Giovanni Sgambati e, per la comunicazione, Ciro Biondi e Tommaso Morlando.

Ai saluti iniziali del  “padrone di casa”, avv.  Massimiliano Marotta, presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi di  Filosofici di Napoli che ha inteso collaborare allo scopo ospitando l’evento nei prestigiosi locali della propria sede nell’ ottica  della promozione della Pace tra popoli  e solidarietà, sono seguiti i saluti “in differita’ con videomessaggio, del Presidente di Aisha Foundation , dott. Giulio Carotenuto ed, in presenza, di Fatou Diako della Hamef.

Toccante  la testimonianza di Barbara Melcarne, Vicepresidente di Aisha Foundation,  che ha sottolineato la sensibilità e vocazione al prossimo che hanno spinto il Presidente, giovane medico di 27 anni,  già da due a destinare il proprio tempo libero a missioni sanitarie nei paesi disagiati e la sua particolare attenzione ai bambini nonché la lettera, a lui dedicata,  del Console della Repubblica del Benin a Napoli, Giuseppe Gambardella, con il quale ha svolto i suoi primi viaggi e che ci ha tenuto a dimostrargli il proprio sostegno morale e la propria vicinanza e gratitudine per il suo operato.

I vari interventi sono stati moderati da Deborah Di Bernardo,  socia della Aisha Foundation mentre ad allietare la serata sono state le note suonate al pianoforte da Gabriele Poerio.

Un momento di altissima partecipazione emotiva si è toccato quando Francesca Esposito, coordinatrice artistica della mostra, ha rivolto il suo appello ai presenti per l’acquisto delle opere che ha concorso alla raccolta fondi :”Vorrei che ognuno di voi stasera portasse via con sé un pezzetto di Africa: così tutti insieme,  saremo come uno stormo di farfalle con le ali colorate come il nostro cuore che vola nel cielo per arrivare a portare ai bimbi  più amore e serenità”.

Esposizione fotografica: Luciano Ferrara Angelo Marra Marco Menduni Enzo Palumbo, Ilaria Pisciottani Lanfranco Scaramuzzino

Esposizione pittorica: Roberto Bellucci alunni dell’ IC Terzo Gadda di  Quarto

Avatar photo
Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: