Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Bacoli > La blues woman flegrea Elda finalista al contest COVER ME dedicato a Springsteen

La blues woman flegrea Elda finalista al contest COVER ME dedicato a Springsteen

Domenica 4 settembre a Sant’Agostino, Bergamo, nell’ambito della rassegna ON THE ROAD – Bergamo Racconta Springsteen, giunta alla sesta edizione, si svolgerà la finalissima del contest COVER ME, organizzato dal gruppo NOI & SPRINGSTEEN fondato da Alberto Lanfranchi.

I cantanti e i gruppi selezionati per la finalissima provengono un po’ da tutta Italia. Il meridione è rappresentato da una donna flegrea: la blues woman “Elda” Salemme con il brano I’M ON FIRE.

Dopo una lunga selezione effettuata prima dalla giuria di qualità per scegliere tra i tanti partecipanti i venti da sottoporre al voto online cui hanno partecipato oltre 5000 votanti, si è definita la lista dei dieci finalisti che tra un mese si contenderanno la vittoria esibendosi dal vivo. Al primo voto della giuria di qualità Elda era risultata quarta su venti.

Già questo è un risultato lusinghiero. Se vi associamo il risultato del voto online dove Elda si è piazzata al terzo posto ex aequo, potremmo definire tutto ciò un successo. Ma, se è vero che l’appetito vien mangiando, avendola intervistata alcuni anni fa subito dopo il primo loackdown, siamo certi che la determinazione di Elda nel perseguire il proprio sogno, quando salirà sul palco, le farà tirare fuori le energie flegree che ribollono nelle sue vene affinché possa portare a casa un risultato ancora più prestigioso.

Dobbiamo essere orgogliosi per quanto finora Elda ha fatto e per quanto farà ancora, portando sempre più in alto il vessillo dei Campi Flegrei.

Nell’attesa di conoscere il vincitore del contest, è stato già assegnato il Premio della Critica. La giuria di qualità, presieduta dall’illustre critico musicale Gino Castaldo, lo ha conferito all’ascolano Iacopo Fedi con “Spirit in the Night“. Questa speciale classifica, attribuendo a Elda un onorevole quarto posto, ha confermato quanto stabilito dal voto online. A testimonianza che non sempre il voto popolare è espressione di simpatia o antipatia, ma anche di un’attenta capacità critica dei non addetti ai lavori nel valutare un artista.

La classifica finale del voto online sommato ai voti della giuria di qualità è la seguente: primo posto per il milanese Tommy Mauri con “Spirit in the Night“, secondo posto per il lecchese Franky and the Blind Zeroes con “Born in the USA”,  terzo posto per il milanese Luca Milani con “Devils and Dust”, stessa posizione per la bacolese Elda con “I’m on Fire”, quinta posizione per i bresciani “The Crowsroads” con “Save my Love”, sesta posizione per la lecchese Veronica Howle con “Radio Nowhere“,  al settimo posto il fiorentino Andrea Pacini con “Born to Run”, ottavo per i milanesi  Stick o The Plan con “Rosalita”, nona posizione per Freddocane da Bergamo con “Because the Night” e decimo classificato Simone Bernardini, Cagliari, con “Dancing in the Dark. 

A questo punto non ci resta che incrociare le dita e, tutti insieme, fare il tifo per Elda!

Vincenzo Giarritiello
Nato a Napoli, ma da oltre vent’anni residente a Pozzuoli, Vincenzo Giarritiello alterna all’attività di scrittore quella di giornalista per passione. Nel 1997 ha pubblicato “L’ultima notte e altri racconti” e nel 1999 “La scelta”. Nel 2017 ha ristampato “La scelta” e nel 2018 ha pubblicato il romanzo breve “Signature rerum” ambientato nei Campi Flegrei. Nel 2019 ha stampato “Le mie ragazze rom scrivono” e “Raggiolo uno scorsio di paradiso in terra”. Nel 2020 ha editato la raccolta di racconti “L’uomo che realizzava i sogni”. Ha pubblicato con le Edizioni Helicon il romanzo “Il ragazzo che danzò con il mare”. Ha collaborato con le riviste online “Giornalewolf.it” e “Comunicare Senza Frontiere”; con quelle cartacee “Memo”, “Il Bollettino Flegreo”, “Napoli Più”, “La Torre”. Fino al 2008 ha coordinato laboratori di scrittura creativa per ragazzi a Pozzuoli e all’Istituto Penitenziario Minorile di Nisida. Attualmente collabora con l’associazione culturale Lux in Fabula con cui ha ideato la manifestazione “Quattro chiacchiere con l’autore”. Nel 2005 ha attivato il blog “La Voce di Kayfa” e nel 2017 “La Voce di Kayfa 2.0”. Dal 2019 è attivo il suo sito www.vincenzogiarritiello.it
http://www.vincenzogiarritiello.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto