Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Bacoli > Bacoli, il “Vagone della Memoria” al Complesso Borbonico del Fusaro

Bacoli, il “Vagone della Memoria” al Complesso Borbonico del Fusaro

Nei Campi Flegrei c’è un luogo che testimonia il genocidio degli ebrei. È il “Vagone della Memoria” all’interno del Parco Vanvitelliano al Fusaro, a Bacoli. Un simbolo grazie al quale molti possono riflettere su quello che è stato uno dei momenti più difficili della storia del XX secolo. Il Parco è un’oasi di verde pubblico voluta dai Borbone in cui è possibile ammirare la bellissima Casina sul lago. L’area ogni giorno è visitata da moltissime persone, soprattutto negli ultimi mesi da quando, nell’edificio dell’Ostrichina, è presente l’hub vaccinale contro il covid 19.

Il Vagone è un carro merci proveniente dal Brennero, che era servito alla deportazione nei campi di sterminio di Auschwitz – Birkenau degli ebrei italiani e, successivamente, adibito al trasporto nei campi di concentramento nazisti di civili e di soldati italiani fatti prigionieri dopo l’8 settembre 1943. Oltre a questo, in Italia ne esistono solo altri quattro conservati nella stazione di Milano al binario 21, da dove partivano i convogli allestiti dai nazisti.

Il vagone è giunto a Bacoli il 1° aprile del 2021 proveniente dal Museo dello Sbarco di Salerno. Si tratta dello stesso vagone che, nel gennaio 2012, rimase in mostra in Piazza del Plebiscito a Napoli.

La presenza a Bacoli del prezioso monumento è dovuta alla Comunità Ebraica di Napoli, al giornalista Nico Pirozzi, al rabbino Rav Ariel Finzi, all’associazione “Bacoli-Kymi”, al dipendente comunale Elio Samuele Guardascione, alla Federazione delle Associazioni Italia-Israele, all’Ente Autonomo Volturno (E.A.V.), al Sindacato dei Giornalisti della Campania (SUGC) e ai Vigili del Fuoco di Salerno.

Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto