Tu sei qui
Home > Campania > “Da Procida a Resina”. Sei Enti uniti per lo sviluppo del turismo in Campania

“Da Procida a Resina”. Sei Enti uniti per lo sviluppo del turismo in Campania

Tutti abbiamo cantato, almeno una volta nella vita, ” Maruzzella Maruzzè…”, la canzone leggendaria incisa prima da Carosone e poi cantata da tutti i big della canzone, da Sergio Bruni, Claudio Villa, Renzo Arbore, Roberto Murolo, Lina Sastri, Simona Molinari, Mina, Gigi D’Alessio e Massimo Ranieri.

Questa canzone d’amore è stato il motivo ispiratore della rassegna “Da Procida a Resina cantando Napoli: anema e core musica e poesia” che domani alle 17.00, a Villa Compolieto di Ercolano, vedrà la sottoscrizione del  Protocollo d’intesa tra il Comune di Procida, la Fondazione Ente Ville Vesuviane, Artesa, Fondazione Its Bact, Basilica Pontificia Madonna di Pugliano-Ercolano e il Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento.

Villa Campolieto a Resina (Ercolano)


Per l’occasione, è in programma un convegno, moderato da Ciro Iengo, operatore culturale e amministratore della Società di Sviluppo Artesa, sul tema: “Cultura, sostenibilità e turismo. Per la transazione ecologica e l’economia circolare”.
Dopo i saluti istituzionali di Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano, interverranno:

Rosanna Romano, direttore generale delle Politiche Culturali e del Turismo della Regione Campania;

Leonardo Costagliola, assessore al Turismo del Comune di Procida;

Michele Assante del Leccese, consigliere delegato alla Cultura del Comune di Procida;

Gianluca Del Mastro, presidente Fondazione Ente Ville Vesuviane e sindaco di Pomigliano d’Arco;

Roberto Chianese, direttore della Fondazione Ente Ville Vesuviane;

Giosuè Grassia, direttore del  Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento; 

Francesco Saverio Coppola, direttore associazione Guido Dorso;

Salvatore Lauro, presidente Lauro Shipping;

Michelangelo Lurgi, presidente Rete Destinazione Sud;

Luigi Simeone, presidente del  Consiglio comunale di Ercolano;

Roberto Micera, del Consiglio Nazionale delle Ricerche;

Aniello Savarese, presidente della Fondazione Its Bact di Napoli;

Antonio Verga, presidente del  Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento.


Seguiranno le testimonianze di: Alfonso Andria, Osvaldo Cammarota, Gennaro Caporaso, don Aniello Gargiulo, Nino Daniele, Luigi Nicolais, Rosario Santonastasio, Domenico Spinelli, Assunta Tartaglione, Laura Valente.


A conclusione della serata, è in programma il “Concerto Christmas Fantasy” con la Symphonic Band del Conservatorio Statale di Musica “Nicola Sala” di Benevento diretta dal maestro Vincenzo D’Arcangelo.

“Da Procida a Resina cantando Napoli: anema e core musica e poesia”

Il verbale di deliberazione della Giunta comunale di Procida del 15 ottobre 2021 ha impegnato i sei Enti citati in iniziative nei campi dell’accoglienza, cultura, turismo e dello spettacolo.

Il protocollo è volto a promuovere, ciascuno per le proprie specifiche peculiarità, l’evento “Da Procida a Resina cantando Napoli: anema e core musica e poesia” da tenersi annualmente a partire dal 2022. L’impegno è quello di organizzare e partecipare a conferenze, convegni, seminari e workshop; realizzare iniziative di Alta Formazione; attivare stage e tirocini curriculari ed extra curriculari; predisporre progetti di collaborazione che prevedono il coinvolgimento degli studenti iscritti ai diversi Corsi di Studio, al fine di garantire un maggiore arricchimento culturale degli stessi; promuovere scambi culturali nell’ambito della ricerca scientifica e dell’attività didattica ad essa connessa; costruire una rete di relazioni, collaborazioni e scambi con enti soggetti pubblici e privati.

E sicuramente Maruzzella sarà il sottofondo musicale di questa bella rassegna tra Procida e Resina.

Maruzzella:


Chi sente?
E chi mo canta appriesso a me?
Ohé,
pe tramente
s’affaccia ‘a luna pe vedé.
Pe tutta ‘sta marina
‘a Pròceda a Resína,
se dice: “Guarda lla,
‘na femmena che fa”.
 
Ohè.
Chi sente?
E ora chi canta insieme me?
Ohè,
nel frattempo
si affaccia la luna per vedere.
Per tutta questa marina
da Procida a Resina
si dice: “Guarda lá,
una donna che fa!”
 
Maruzzella, Maruzzè
t’hê miso dint’a ll’uocchie ‘o mare
e mm’hê miso ‘mpiett’a me
‘nu dispiacere.
‘Stu core mme faje sbattere
cchiù forte ‘e ll’onne
quanno ‘o cielo è scuro.
Primma me dice “sí”,
po, doce doce, mme faje murí.
Maruzzella, Maruzzé.
 
Maruzzella, Maruzzè
ti sei messa negli occhi il mare
e hai messo nel mio petto
un dispiacere
Questo cuore mi fai battere
più forte delle onde
quando il cielo è scuro.
Prima mi dici si,
poi, dolcemente, mi fai morire.
Maruzzella, Maruzzé.

Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. E’ fondatore e presidente dell' associazione Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto