Tu sei qui
Home > Campania > “Sulle orme di Sebastiano Tusa”. Primo convegno internazionale di archeologia in memoria di Sebastiano Tusa organizzato dalla Fondazione Ignazio Buttitta.

“Sulle orme di Sebastiano Tusa”. Primo convegno internazionale di archeologia in memoria di Sebastiano Tusa organizzato dalla Fondazione Ignazio Buttitta.

Non poteva che iniziare nella sua città natale il primo convegno internazionale dedicato a Sebastiano Tusa ” Percorsi di archeologia nella Sicilia occidentale Sebastiano Tusa in memoriam): sarà Palermo dunque a dare il via agli appuntamenti annuali che seguiranno in tutto il mondo.

Archeologi, storici e scienziati internazionali si riuniranno dal 4 al 6 novembre al Museo archeologico regionale Antonino Salinas per l’evento organizzato dalla Fondazione Ignazio Buttitta in memoria di Sebastiano Tusa.

Sebastiano Tusa

Sebastiano Tusa, noto archeologo conosciuto a livello internazionale, mosse i suoi primi passi nella regione Campania e precisamente a Procida. Una passione che lo ha legato alla piccola isola flegrea del Golfo di Napoli rendendolo protagonista di numerose iniziative di carattere storico culturale.

Sebastiano Tusa subito dopo la laurea, conseguita nel 1975 alla Sapienza di Roma, iniziò con il suo amico e collega paletnologo Massimiliano Marazzi la prima campagna di scavo a Procida scoprendo sull’isolotto di Vivara due importanti siti, quello di Punta Mezzogiorno e Punta d’Alaca afferenti all’Età del Bronzo. Da questi primi scavi e dalla prima pubblicazione nel ’76 seguiranno centinaia di campagne scavo in giro per il mondo e altrettante pubblicazioni scientifiche affiancate sempre da saggi archeologici dedicati soprattutto alla sua Sicilia.

Sebastiano Tusa, oltre all’archeologia preistorica era noto internazionalmente anche nella sua duplice veste di Soprintendente del mare della Regione Siciliana e di docente dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli.

“L’ottima e dovuta iniziativa” come scrive il prof. Berardino Palumbo, “Percorsi di archeologia nella Sicilia occidentale Sebastiano Tusa in memoriam (1952-2019)” è stata organizzata dalla Fondazione Ignazio Buttitta con il sostegno del BCIF e la collaborazione del Dipartimento Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo, del Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas e con il patrocinio della Presidenza della Regione Siciliana.

PROGRAMMA

Venerdì 4 novembre dopo i saluti istituzionali e l’introduzione dei professori Dario Palermo, Massimo Cultraro, Aurelio Burgio, il convegno procederà con una tre giorni ricchissima di incontri scientifici per ricordare da un lato l’importante operato di Sebastiano Tusa e dall’altra il suo ricordo offrirà la possibilità di progettare il futuro dell’archeologia.

Lidia Tusa (sorella di Sebastiano), Andrea Tusa (figlio di Sebastiano), Sebastiano Tusa

Durante il convegno porteranno la loro testimonianza i familiari dello studioso scomparso e le autorità regionali e accademiche.

“Le attività dedicate a mio padre Sebastiano Tusa sono il frutto della collaborazione tra i suoi figli e la Fondazione Ignazio Buttitta – spiega Andrea Tusa-. In questa fase si tratta di un importante convegno e dell’assegnazione di tre borse di studio che rientrano in un progetto molto più ampio e articolato che si sviluppa nell’arco di due anni. Queste attività comprendono la sistemazione e l’inventario della biblioteca di mio padre, l’organizzazione e la realizzazione di un altro convegno a lui dedicato, le borse di studio, e lo svolgimento di indagini archeologiche in Sicilia. Spero vivamente – conclude Andrea Tusa – che questo progetto, sostenuto dal BCIF, possa costituire un punto di partenza per l’avvio di una serie di attività che possano contribuire seriamente a tenere viva la memoria di mio padre, dei suoi insegnamenti, e di tutto ciò che è riuscito a realizzare per la tutela, lo studio e la valorizzazione del nostro patrimonio archeologico e culturale.”

Tra i numerosi ricordi pervenutici, citiamo quello del Direttore del Museo Civico di Corleone, Angelo Vintaloro: “Portai Sebastiano Tusa a Corleone, per la prima volta nel 1992, e da allora iniziammo ad avere un rapporto fraterno, con lui e la sua famiglia. Era il primo a mostrare coraggio nell’esplorare un territorio che nessuno volle mai indagare, e pubblicammo diversi testi con gli oltre 40 insediamenti preistorici scoperti. Nel 1997 organizziamo a Corleone anche il “1° Congresso Internazionale di archeologia preistorica e protostorica” con oltre 100 relatori da tutto il mondo e con la presenza di Luigi Bernabò Brea. Sebastiano mi regalò grandi momenti e so che adesso mi tiene per mano ad ogni mia esplorazione” che sottolinea in poche righe il carattere dell’uomo e dello scienziato.

Il convegno si concluderà il 6 novembre con la proiezione del documentario “Sulle orme di Sebastiano” di Nicola Ferrari (Italia 2021) e l’assegnazione delle borse di studio “Sebastiano Tusa per la ricerca archeologica”. Le conclusioni saranno a cura di Oscar Belvedere.

Per info rivolgersi alla Fondazione Ignazio Buttitta // tel. 091 7026433 // info@fondazionebuttitta.it // Prenotazione e green pass obbligatori. 

PROGRAMMA COMPLETO

Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. E’ fondatore e presidente dell' associazione Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto