Tu sei qui
Home > Campania > “Procida Gente culture e cucina” è la guida ai sapori, ai piaceri e ai saperi di Procida capitale della Cultura 2022.

“Procida Gente culture e cucina” è la guida ai sapori, ai piaceri e ai saperi di Procida capitale della Cultura 2022.

Nella splendida location dell’Hotel La Vigna di Procida, accolti dal panorama mozzafiato e dal ricco buffet del Saracino eventi, domenica 25 luglio si è tenuta la presentazione del Libro «Procida. Gente, culture e cucina».

L’opera va al di là del semplice libro di cucina proponendo influenze culturali che si legano in un mix esclusivo e contemplano la storia millenaria di un popolo. Ne è proprio questa l’essenza di cui si è parlato durante l’incontro moderato dal direttore editoriale di origine procidana Gianni Ambrosino del Tg di Canale 21 e che ha visto l’intervento di Anna Russolillo, ideatrice del progetto e curatrice del libro insieme a Rosario Mattera e Leonardo Costagliola.

A fare gli onori di casa il Sindaco di Procida Raimondo Ambrosino che ha sottolineato che il libro “Procida. Gente, culture e cucina” è «un interessante riferimento nelle iniziative su Procida Capitale della Cultura 2022»

L’opera si candida infatti a essere protagonista degli eventi relativi a Procida Capitale italiana della Cultura del 2022 e, come annunciato dal sindaco Raimondo Ambrosino, sarà data in omaggio ai turisti in ogni azienda e attività dell’isola. “Tutti gli ospiti che vengono devono potersi rendere conto dell’enorme potenzialità che c’è qui, in questa zona baciata dalla natura. Questo libro va nella giusta direzione per poterlo raccontare” ha detto il primo cittadino.

In sala erano presenti gli autori: Raffaella Salvemini, Gea Palumbo, Michele Scotto di Cesare e il fotografo Aniello Intartaglia

Da sx. il direttore VG 21 Gianni Ambrosino, l’architetto giornalista Anna Russolillo (curatore) , il Sindaco di Procida Raimondo Ambrosino, l’assessore al turismo di Procida Leonardo Costagliola (curatore), Rosario Mattera (coautore)

Non un semplice ricettario di piatti della tradizione e di piatti della innovazione procidana ma «Procida. Gente, culture e cucina» è un libro unico nel suo genere, che al suo corposo e diversificato corollario scientifico-antropologico -culturale affianca anche le ricette raccolte «casa per casa» realizzando un’opera ampia e multidisciplinare.

Rosario Mattera, Raimondo Ambrosino, Leonardo Costagliola, Anna Russolillo, Gea Palumbo

Durante i lavori il Sindaco ha sottolineato «che il libro sarà un interessante riferimento nelle iniziative su Procida Capitale della Cultura 2022».

Il libro e gli autori.

L’isola di Procida è la protagonista del secondo volume della Collana Gente, culture e cucina (Villaggio Letterario) nata per valorizzare le tradizioni del Sud. Un’antologia «dove il gusto è ancorato alla memoria collettiva di uomini di mare e di terra, navigatori, pescatori e contadini che si sono alternati su questo fazzoletto vulcanico che timidamente e contro voglia emerge dal mare». Vasto e multidisciplinare il numero dei contributi: l’Isola alveare di Annamaria Amitrano; la Cucina di terra e mare di Gea Palumbo; Quel delicato retrogusto di basalti e pomici di Lisetta Giacomelli e Franco Foresta Martin; le Piante commestibili di  Michele Scotto di Cesare; la Cucina preistorica della Campania e protostorica di Vivara di Anna Russolillo; il Cibo nella storia di Raffaella Salvemini; il Regno di Nettuno di Francesco Luigi Cinelli; la Pesca di Ciro Biondi; la Nutraceutica di Aldo Messina; le Specialità e la storia della ristorazione di Leonardo Costagliola; Letteratura Misteri e cibo di Lucia Vincenti; Interviste a tre chef procidani di Anna Paparone; la Pietra di Centane di Barbara Festa e Gea Palumbo; la Luvanda di Tomamso Luongo; e altri. Prefazione di Luciano Pignataro. Ricette procidane e degli chef Marco Ambrosino, Carlo Coscione e Pio Lauro; altre raccolte dai bambini dell’Istituto comprensivo Capraro di Procida. Con opere di Nico Granito e foto di Aniello Intartaglia, Vittorio Sciosia e del MANN.

«Il progetto nasce – dichiara l’ideatrice del progetto Anna Russolillo – dall’importanza della cucina, con le sue molteplici e fertili implicazioni, e di quanto la sua consapevolezza contribuisca a costruire e a percepire l’identità di un territorio e di una comunità, per mettere a fuoco il patrimonio materiale e immateriale di questa piccola e splendida isola flegrea…». E in anteprima Russolillo anticipa le prossime uscite con anche nuove curatele della «Collana Gente culture cucina» di Villaggio Letterario dedicate a Ischia, Pozzuoli, Bacoli, Palermo, Pantelleria, Ercolano …

Curatori

Anna Russolillo, architetto specializzato in restauro dei monumenti, giornalista, sommelier, fondatrice e presidente di Villaggio Letterario.

Rosario Mattera, fondatore e presidente di Malazè.

Leonardo Costagliola, manager eventi e wedding designer e neoassessore al turismo del Comune di Procida

Prefazione

Luciano Pignataro, giornalista, gastronomo e food blogger

Autori

Annamaria Amitrano, professore ordinario di Etnostoria e di Antropologia dell’Educazione, Università di Palermo.

Ciro Biondi, giornalista, comunicatore, insegnante.

Francesco Luigi Cinelli, professore ordinario di Ecologia Marina e Scienza Subacquea, Università di Pisa.

Leonardo Costagliola, manager eventi e wedding designer.

Tommaso Luongo, delegato Associazione Italiana Sommelier Napoli.

Franco Foresta Martin, geologo, per 35 anni redattore scientifico e ambientale del Corriere della Sera.

Aldo Messina, medico chirurgo responsabile dell’U.O. A. del Policlinico di Palermo.

Lisetta Giacomelli, geologa insegnante di Scienze nelle scuole superiori. Autrice di corsi per studenti universitari e di articoli e libri di divulgazione in Scienze della Terra.

Anna Paparone, fondatrice e presidente PeP Accademy.

Gea Palumbo, docente di Storia e iconografia all’Università di Roma Tre e direttrice del Museo della civiltà contadina «C. Nardi» di Montefalcone (BN).

Anna Russolillo, architetto specializzato in restauro dei monumenti, giornalista, sommelier, fondatrice e presidente di Villaggio Letterario.

Michele Scotto Di Cesare, naturalista botanico, docente nelle Scuole Secondarie. Collabora con l’Università di Napoli Federico II sul monitoraggio delle popolazioni vegetali di Vivara e nei progetti di educazione ambientale.

Raffaella Salvemini, storica ricercatrice del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dell’Istituto di Studi sulle Società del Mediterraneo.

Lucia Vincenti, scrittrice e storica. Laureata in Scienze politiche, da trent’anni conduce studi e ricerche sulla storia siciliana e campana.

Chef

Marco Ambrosino, procidano, titolare e chef del bistrot 28 posti di Milano.

Carlo Coscione, procidano, titolare e chef del ristorante «Albatros» di Procida.

Pio Lauro, procidano, titolare e chef del ristorante Il Gazebo di Procida.

Fotografi

Aniello Intartaglia, fotografo reportage, autore di libri, vincitore di concorsi internazionali di fotografie.

Vittorio Sciosia, fotografo reportage lavora con le maggiori riviste di viaggio italiane ed estere.

Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: