Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Libro Fest. Napoli-Palermo andata e ritorno. Si inizia il 31 luglio

Libro Fest. Napoli-Palermo andata e ritorno. Si inizia il 31 luglio

Sicilia e Campania unite grazie al “Libro Fest”, festival di Villaggio letterario giunto alla sua settimana edizione, che dal 31 luglio al 7 agosto vedrà otto giorni di eventi dedicati al libro, tra presentazioni, conversazioni sulla storia e sull’archeologia, e passeggiate geo-archeo-botaniche-nutraceutiche.

La manifestazione è dedicata a Sebastiano Tusa e il tema di quest’anno è il «Mediterraneo condiviso».

Dopo la rassegna al Rione Terra di Pozzuoli del 2019, la manifestazione quest’anno va in Sicilia ospitata nei locali dell’Area Marina Protetta di Ustica per poi ritornare in Campania nella primavera 2022.

«La Sicilia e la Campania sono legate da un percorso storico comune. Questa rassegna sarà l’occasione di incontrare persone per evidenziare ciò che di meglio è stato studiato nel Sud e realizzato con il rigore scientifico che queste occasioni richiedono. Eventi come questo possono realizzarsi grazie alle sinergie tra le istituzioni e le associazioni che hanno a cura il territorio siciliano e campano» ebbe a dire nel febbraio 2019 il compianto assessore regionale ai Beni culturali Sebastiano Tusa. Nella stessa occasione il Sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia dichiarò che «Questa collaborazione apre nuovi percorsi letterari e culturali verso una proiezione di lungo termine. Una sinergia interessante che rappresenta un passo importante nella programmazione di eventi culturali di più ampio respiro e che ben si inserisce nell’azione di valorizzazione messa in campo dall’amministrazione per Pozzuoli».

Tema della rassegna 2021

Il tema di Libro Fest 2021 è «il Mediterraneo condiviso». La rassegna è in ricordo del paletnologo Sebastiano Tusa tra gli scopritori dei villaggi preistorici di Vivara scomparso nella tragedia aerea del 10 marzo 2019.

Si parlerà di Mediterraneo, quel mare che è «Mille cose insieme. Non un paesaggio, ma innumerevoli paesaggi. Non un mare, ma un susseguirsi di mari. Non una civiltà, ma una serie di civiltà accatastate le une sulle altre… Tutto questo perché il Mediterraneo è un crocevia antichissimo. Da millenni tutto vi confluisce, complicandone e arricchendone la storia: bestie da soma, vetture, merci, navi, idee, religioni, modi di vivere». (Braudel)

Anna Russolillo e Franco Foresta Martin

La rassegna è curata dall’architetto giornalista Anna Russolillo, dall’editrice Giovanna Corradini ha la collaborazione del giornalista scientifico Franco Foresta Martin.

La manifestazione quest’anno si terrà nell’isola di Ustica situata nel cuore del mar Tirreno, località perfetta per parlare del Mediterraneo di ieri, crocevia di incontri, scontri e scambi, e di oggi luogo di frontiera e confine – ci dice Anna Russolillo, ideatrice e curatrice di Libro Fest – Conversare di Mediterraneo tra interculturalità e conoscenza a partire dai libri potrebbe servire da stimolo per riflettere.

I protagonisti

La rassegna si apre il 31 luglio con i saluti del Sindaco di Ustica Salvatore Militello, del vicesindaco Salvatore Compagno e del «padrone di casa» Davide Bruno, direttore AMP del Comune di Ustica.

Tanti gli autori tanto attesi nell’isola palermitana: il saggista ragusano Carlo Ruta, la professoressa napoletana Annalisa di Nuzzo docente in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale (Laurea magistrale) / Geografia delle lingue e delle migrazioni del Suor Orsola Benincasa di Napoli, l’archeologo agrigentino Giuseppe Castellana già direttore del Museo di archeologia di Agrigento e Valle dei Templi, l’archeologa barese Maria Clara Martinelli funzionario presso il Parco Archeologico delle isole Eolie e il Museo Bernabò Brea di Lipari, il professor Rosario Schicchi direttore dell’Orto Botanico di Palermo, i dottori Azima Rosciano e Francesca Oliveri.

Sono previsti gli interventi del direttore dell’Area Marina Protetta di Ustica Davide Bruno, dell’archeologa Francesca Spatafora, del giornalista scientifico Franco Foresta Martin, dell’archeologa Giorgia Tinnirello, dell’assessore Francesco D’Arca, dell’architetto Alessandra De Caro, della guida turistica Vittorio Arnò, dell’ex assessore Giuseppe Caminita, del dottor Aldo Messina, dell’architetto Anna Russolillo. Ospiti speciali della rassegna Andrea Tusa e Lidia Tusa.

L’Associazione Villaggio Letterario ha la collaborazione dell’Area Marina Protetta di Ustica, di Edizioni Storia e Studi Sociali, del Laboratorio Museo di Scienze della Terra di Ustica, della Pro Loco di Ustica, di PeP Academy e di Lunaria Onlus A2.

La manifestazione gode del patrocinio morale dell’Assessorato Regionale dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana e del Comune di Ustica

Tutte le serate sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Gli appuntamenti

Si comincia sabato 31 luglio con i saluti istituzionali del sindaco Salvatore Militello, del vicesindaco Salvatore Compagno, del direttore dell’AMP Davide Bruno e degli organizzatori. Il volume che aprirà la rassegna sarà “Storia dei Mediterranei – Imperi e culture tra terraferma e mare, con lo storico Carlo Ruta e l’archeologa Francesca Spatafora;  

Domenica 1 agosto sarà la volta di Storia dei Mediterranei – Relazioni linguistiche, viaggi, politiche di dominio, conflitti con l’antropologa Annalisa Di Nuzzo, Carlo Ruta e Davide Bruno;

si prosegue Lunedì 2 agosto, nel giorno del compleanno di Sebastiano Tusa, con il figlio Andrea e la sorella Lidia  che lo ricordano ad Ustica con “Due anni senza mio padre e senza mio fratello”. Segue“Primo Mediterraneo e altro di e su Sebastiano Tusa” con le architette Alessandro De Caro e Anna Russolillo, l’archeologa Giorgia Tinnirello, lo storico Carlo Ruta, modera Franco Foresta Martin;

Martedì 3 agosto è dedicato a“Ustica. Il pescatore solitario” con il medico Azima Rosciano modera Giuseppe Caminita;

Mercoledì 4 agosto sarà protagonista il libro dell’archeologo Giuseppe CastellanaLa Sicilia del tardo bronzo. Genti culture e risorse” con l’intervento dell’archeologa Francesca Spatafora;

Giovedì 5 agosto non poteva mancare il volume di botanica di Rosario SchicchiAlberi di Palermo” e a seguire il libro multidisciplinare dal tema cibo ed identità Isola di Ustica. La cucina è cultura” curato da Anna Russolillo e Vittorio Arnò, con l’intervento dei medici Francesco D’Arca e Aldo Messina e del giornalista Franco Foresta Martin modera lo storico Carlo Ruta;

Venerdì 6 agosto sarà dedicato alle “Isole vicine” con l’archeologa Maria Clara Martinelli, e l’intervento di Franco Foresta Martin;

La rassegna si concluderà Sabato 7 agosto “Pestilenze nella storia”, con la dottoressa Francesca Oliveri e il medico Aldo Messina.

Le presentazioni dei volumi con gli autori, nel rispetto della normativa Covid, saranno accompagnate da degustazioni di vini usticesi dell’Azienda Agricola Hibiscus, da visite guidate alla scoperta del patrimonio geo-archeo-botanico-nutraceutico dell’isola con i proff. Franco Foresta Martin direttore del Laboratorio Museo di Scienze della Terra isola di Ustica, Rosario Schicchi direttore dell’Orto Botanico di Palermo e il dottor Aldo Messina.

Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. E’ fondatore e presidente dell' associazione Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto