Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Bacoli > “Campi Flegrei in fiore”. Al via la quinta edizione

“Campi Flegrei in fiore”. Al via la quinta edizione

La quinta edizione di Campi Flegrei in Fiore si svolgerà nonostante le limitazione imposte dal Covid. É infatti possibile compilare on-line  la scheda di partecipazione allegando le foto (2/3) oppure un video (15/20 secondi) da inviare a campiflegreiinfiore@gmail.com o tramite whatsapp al 3202855442. La scheda con il regolamento è scaricabile dal sito www.immaginedelmito.com e www.gruppoarcheologicokime.it. La partecipazione è completamente gratuita.

Sarà organizzato un sondaggio on-line per votare una sola volta i propri gradimenti, ma questo non  influenzerà la Giuria che farà la propria graduatoria a suo insindacabile giudizio. La partecipazione  inizierà ad aprile 2021 e si protrarrà fino al 30 giugno 2021, la classifica sarà  stilata dalla giuria presieduta da Pierluigi Sanfelice di Bagnoli entro il 30 ottobre 2021 e presentata in presenza, se il Covid lo consentirà, oppure on line.

Campi Flegrei in Fiore, ideato e organizzato da L’Immagine del Mito, nasce con l’obiettivo di promuovere il territorio attraverso i fiori ed i loro colori, esaltando la bellezza e lo spirito di accoglienza dei suoi cittadini. In questo momento così difficile, la manifestazione intende anche dare anche segno di svolta e di speranza per un rapido ritorno alla normalità.

Non si tratta della tradizionale mostra-fiera dei fiori o del verde o di un’infiorata, ma è la manifestazione, libera e spontanea, dell’allestimento all’aperto dei balconi di casa, le finestre, il terrazzo, i cortili, le scale, i palazzi, la scuola, gli uffici, i giardini pubblici e privati, le chiese e quanto altro.

Il programma della manifestazione è scaricabile dal sito dell’associazione  www.immaginedelmito.com. Tre le categorie ammesse al giudizio dell’apposita commissione giudicante per l’assegnazione dei premi: privati, esercizi commerciali, enti pubblici e sei i siti di esposizione: balconi, terrazzi, cortili, giardini, fronti commerciali e aiuole pubbliche e private.

Anche Procida parteciperà alla quinta edizione della manifestazione, un modo per contribuire alla riqualificazione dell’intera area flegrea, protagonista anch’essa di Procida – capitale italiana della cultura 2022.

Nota degli ideatori e organizzatori

Non c’è nulla di più pervasivo dei fiori, fonte di vita per la flora, la fauna e gli esseri umani. Con i loro profumi, colori e forme, i fiori sono dappertutto: in natura, nella mente e nel cuore, nella letteratura, nelle canzoni, in cucina, in profumeria, nelle case, nell’arte, nelle cerimonie. Ne è nato persino un codice, una sorta di linguaggio dei fiori attraverso il quale esprimere messaggi e sentimenti. Regalare un’orchidea, ad esempio, è un chiaro messaggio di passione, sensualità, amore.

Per dire “mi manchi”: camelia rosa; per dire “ti penso”: viola del pensiero. Ed ancora i fiori possono  misurare il tempo, proprio come un orologio.

“J’aime deux choses, toi et la rose. La rose pour un jour, toi pour toujour”, recita l’antico aforismo che Cyrano de Bergerac declama alla bella Rossana di cui è perdutamente innamorato.

“Fiori rosa, fiori di pesco”, canta Lucio Battisti. In cucina, poi, il risotto con lavanda e fiori eduli è uno di quei piatti estivi che già il solo pensiero di portarlo in tavola mette allegria. Ma non solo, anche la famosa “pastiera”.

Dall’antichità ad oggi, nella cosmesi le essenze dei fiori sono infinite, nell’arte non c’è artista che non abbia riprodotto un fiore o una pianta e così anche negli eventi, dai più felici ai più tristi, i fiori sono sempre presenti.

Fra le infinite performance scopriamo anche che i fiori possono scandire il tempo, come un orologio. Nella prima metà del Settecento, infatti, il botanico Carlo Linneo scoprì che diverse varietà di fiori schiudono le loro corolle in particolari e precise ore nell’arco della giornata. Linneo inventò e realizzò splendidi “Orologi di Flora”. Una vera rarità che oggi è possibile visitare, su prenotazione, presso il complesso del “Ramo d’Oro” di Bacoli, proprio nei Campi Flegrei, dove si svolgerà la quinta edizione della kermesse “Campi Flegrei in Fiore”, aperta agli abitanti dell’area flegrea e delle isole di Ischia e Procida.

Quest’anno sono  stati numerosi i patrocini morali alla manifestazione: Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, tutti i comuni, compresi quelli delle isole, dell’arcipelago Flegreo, enti e associazioni, Palazzo Reale di Napoli, Università degli Studi di Napoli Federico II; come ogni anno c’è la collaborazione e partecipazione del Parco Regionale e del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, del Museo Mann di Napoli, del FAI, ACLI, Garden Club di Ischia,  ecc.

L’obiettivo è quello di  promuovere l’attenzione da parte di tutti i cittadini del territorio, a iniziare dagli alunni delle scuole d’infanzia, elementari, superiori di primo e secondo grado, fino all’università, tutti coinvolti nella manifestazione.

scarica qui la scheda di partecipazione

Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto