Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Bacoli > Il covid non ferma l’edizione campana di “Mare Fest. Vietato non toccare”

Il covid non ferma l’edizione campana di “Mare Fest. Vietato non toccare”

La rassegna di Villaggio Letterario in ricordo di Sebastiano Tusa con i bambini vedenti, ipovedenti e non vedenti si trasforma in un’innovativa manifestazione online. Prima in Italia, permette ai bimbi ciechi di conoscere i segreti del mare grazie alla realizzazione di libri tattili con particolari kit

Dopo il grande successo ottenuto in Sicilia, la prima edizione in Campania di “Mare Fest. Vietato non toccare” era in programma dal 9 al 13 novembre. Era prevista per i bambini con disabilità visiva la possibilità di toccare con mano, per conoscerle, le opere d’arte al Museo archeologico dei Campi Flegrei. Erano previsti laboratori in classe e al Castello di Baia e numerose attività di socializzazione. Causa covid non è stato possibile. “Mare Fest. Vietato non toccare 2020” ha così cambiato programma, diventando la prima rassegna online in Italia che coinvolge attivamente anche i bambini non vedenti e ipovedenti alla scoperta del mare.

La rassegna “Mare Fest, Vietato Non Toccare” promossa dalla Associazione Lunaria Onlus A2 con il patrocinio del Consiglio Regionale della Campania è ideata e curata dall’architetto Anna Russolillo, coordinata dalla stessa e da Ferdinando Sutera Sardo, Nicoletta Pisanò, Carmela Nevano, Anna Paparone e Alessandra De Caro.

L’evento nasce in ricordo del prof. Sebastiano Tusa, archeologo, fondatore della Soprintendenza del mare in Sicilia, tra gli scopritori nel 1975 del parco archeologico di Vivara e stimato docente di Paletnologia presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Per l’intero mese di novembre “Mare Fest” coinvolge ad Arco Felice e Lucrino quaranta bambini di due quinte elementari dell’Istituto Comprensivo Pergolesi guidato dalla dirigente scolastica Francesca Coletta con le maestre Imma Micillo e Maria Rosaria Russo. In oltre dieci incontri, interamente in DAD e in sincrono, i bambini scopriranno divertendosi il mondo del braille, dell’arte sensoriale, e di diverse discipline, dalla biologia marina all’archeologia subacquea, con particolare attenzione alla Campania e alla Sicilia. I 13 bambini non vedenti, coinvolti durante i laboratori, godono dell’appoggio attivo degli Educatori dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti della Campania e di Napoli, con il supporto del presidente Mario Mirabile, e della preziosa collaborazione dei responsabili del Centro Tiflodidattico della Biblioteca dei Ciechi Regina Margherita capitanata dal Pietro Piscitelli.

Ai 53 bambini e alle loro maestre sono stati spediti a domicilio dei particolari kit sterili contenenti: il volume rilegato con fogli vuoti per realizzare un libro tattile, una tavoletta braille con il punteruolo per imparare a scrivere e leggere il braille, il libro “Vi piace il Mare” di Franco Andaloro ristampato nell’occasione per Mare Fest, le schede elaborate dai tutor dei laboratori ed altri materiali utili per la costruzione di un libro vis-tattile. Ogni bambino racconterà la sua storia dedicata al mare.

«Mare Fest. Vietato Non Toccare è un progetto interdisciplinare per l’inclusività. La costruzione di un libro tattile migliora le conoscenze e l’abilità linguistiche, favorisce abilità sociali, educa alla diversità come a una ricchezza, è una attività che coinvolge i bambini e sviluppa atteggiamenti di solidarietà. » spiegaAnna Russolillo. «Il libro tattile è un oggetto di grande valore per le numerose e positive implicazioni cognitive, linguistiche, motorie e affettive» continua la presidente di Lunaria Onlus A2 «è uno strumento multisensoriale di grande stimolo per riscoprire i sensi» e conclude «permette di aumentare limmaginazione e di allenare la comprensione della realtà attraverso lanalisi degli elementi e la loro sintesi percettiva».

I laboratori online previsti per i bambini che hanno come finalità la realizzazione del libro sono: il laboratorio di biologia marina cura di Franco Andaloro, il laboratorio di braille e scoperta dei 5 sensi a cura di Ferdinando Sutera, Carmela Nevano, Nicoletta Pisanò,  il laboratorio artistico per la realizzazione del libro tattile ecologico a cura di Anna Russolillo con Alessandra De Caro, Anna Paparone, Maria Grazia Siciliano, Pasquale Palermo, il laboratorio di archeologia a cura di Mariateresa Moccia di Fraia, il laboratorio sulla subacquea e sullo snorkeling a cura di Enzo Maione, Roberto Fedele e Cristina Canoro, il laboratorio di archeologia subacquea a cura di Michele Stefanile e Giorgia Tinnirello, il laboratorio di antropologia sul mare a cura di Lidia Tusa, Andrea Govinda Tusa e Annamaria Amitrano, il laboratorio sui vulcani sottomarini del bacino tirrenico a cura di Franco Foresta Martin con Licia Corsale.

In programma anche la fruizione online di cortometraggi, tra cui, “Alle emozioni non servono gli occhi”, degli autori Marina Cappabianca e Pippo Cappellano, e “Come piccole isole” del regista siciliano Alberto Castiglione nato da un’idea di Ferdinando Sutera e Linda Legname.

Appena possibile arriveranno le opere «Vietato Non Toccare» a firma del noto scultore Giacomo Rizzo e delle giovani artiste Serena Etiopia, Valeria Rubino e Giorgia Emily Militello verrà allestita, al Museo Archeologico dei Campi Flegrei, la mostra “Sebastiano Tusa. Il Mare che unisce”, con madrina Lidia Tusa. Pierfrancesco Talamo, responsabile del Castello di Baia, guiderà tutti i bambini nel tour “Vietato Non Toccare al Museo archeologico dei Campi Flegrei” stabilito dal direttore del PaFleg (Mibact) Fabio Pagano.

“Mare Fest. Vietato Non Toccare” a cura della Associazione Lunaria Onlus A2 gode del  patrocinio del Consiglio Regionale della Campania, ha il patrocinio morale del Comune di Pozzuoli, del Comune di Bacoli, dell’Assessorato all’istruzione di Pozzuoli.

La rassegna ha la collaborazione del Parco Archeologico dei Campi Flegrei – MIBACT, dell’Istituto Comprensivo Pergolesi di Pozzuoli, dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Campania e di Napoli, della Biblioteca italiana dei Ciechi Regina Margherita, dell’Associazione Villaggio Letterario, dell’Associazione PeP Academy, dell’Associazione Liberass, del Centro Sub Campi Flegrei, del Diving La Perla Nera. Partner: DAN Europe, Stamperia Braille di Catania, Il Capitano 1890 Pozzuoli, Pescato e Mangiato, Il Castello di Arco Felice, Villa Elvira Pozzuoli.

Anna Russolillo
Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. E’ presidente delle associazioni Villaggio Letterario e Lunaria Onlus. E’ fondatrice e general manager della rassegna Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: