Tu sei qui
Home > Campania > Uagliù, la tammurriata casalborese di Adriano Patrevita, un tuffo nel sound folkloristico

Uagliù, la tammurriata casalborese di Adriano Patrevita, un tuffo nel sound folkloristico

A cinque anni dall’uscita della pizzica casalborese, il cantautore-musicista Adriano Patrevita presenta un nuovo brano dal titolo “Uagliu'”, termine ad alta frequenza d’uso nel piccolo borgo casalborese, da cui proviene l’artista. Trattasi di una Tammurriata, ancora una volta in dialetto casalborese.

Brano ritmato che sprigiona energia, totalmente immerso in note folkloristiche, nel cui testo l’autore tratta temi quali: dicerie popolari, invidia, maldicenza, tirchieria. L’artista parla ancora una volta al cuore della gente con l’unico linguaggio che conosce: quello dell’amore, che traduce egregiamente in musica.

Il suo è un invito a soppesare la vita e a non soffermarsi su cose futili, ma a cantare, a ballare: concetto ben espresso nel ritornello.

Non si può vivere senza la musica perché la vita stessa è musica! Il cantautore regalerà il CD del nuovo lavoro discografico a chi ne farà richiesta (fino ad esaurimento scorta) contenente la Tammurriata “Uagliù” e la precedente “Pizzica Casalborese” Il brano sarà disponibile per la fine del mese di luglio anche sui principali canali digitali quali: iTunes, Amazon Music, Spotify, Deezer, Apple Music, Tim Music, ecc.

Il cantautore ha annunciato l’uscita di un Official video, con immagini girate nella sua terra natale; uscita prevista tra agosto/settembre 2019.

– Musica, testo e arrangiamento: Adriano Patrevita.

– Voce Principale, Chitarre e Mandolino: Adriano Patrevita.

L’artista si è avvalso della collaborazione di validi musicisti quali:

– M. Armando Alfano “Violino”.

– M. Ettore Patrevita “Sax”.

– M. Antonio Spina “Tammorra”.

La parte cantata vede la compartecipazione di:

– Tiziana Silvano e Chiara Zuzolo “Voci femminili” e il coro formato da “Amici di Casalbore” le cui voci hanno arricchito la melodia esaltandone l’intensità.

Un ringraziamento va a:

– Enzo Tutolo che ha curato la parte grafica.

– Totonno Salvatore, cultore della scrittura del dialetto casalborese, che ha corretto l’ortografia del testo.

– Luca Coppola che ha curato il mastering finale presso “Cat Music Studio” di Napoli.

Il brano è stato inciso nello studio RECOA di Pontecagnano.

Il lavoro è prodotto da Novalis edizioni musicali e MAD record.

Redazione
Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
error: Il contenuto del sito è protetto