Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Quarto: dal curriculum al colloquio, Confprofessioni tende una mano alle scuole

Quarto: dal curriculum al colloquio, Confprofessioni tende una mano alle scuole

Accordi di partenariato tra Confederazione dei liberi professionisti campani e l’ISIS “Rita Levi Montalcini” di Quarto. Il presidente Mazzella: “Annullare le distanze tra istruzione e mondo del lavoro”

Annullare le distanze tra mondo dell’istruzione e del lavoro. Tendendo una mano alla scuola. Così Confprofessioni Campania stringe un accordo di partenariato con l’Isis “Rita Levi Montalcini” di Quarto, finalizzato a favorire l’azione formativa della scuola ed a consolidare la cooperazione con enti ed associazioni attraverso la sinergia di mezzi, saperi e risorse.
Confprofessioni Campania ha fornito la propria disponibilità a partecipare ad un progetto volto a realizzare le finalità del Programma Operativo Nazionale, “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento”, ideato dall’Istituto “Levi Montalcini” di Quarto e finanziato attraverso risorse del Miur

Il progetto si propone di sperimentare nuove formule e strategie per l’orientamento al lavoro, rimuovere gli ostacoli di natura psicologica ad una piena e proficua partecipazione alla vita scolastica, favorire negli alunni il senso di responsabilità, di autostima ed acquisire le giuste competenze per i diversi settori lavorativi e professionali; nel dettaglio il Progetto prevede un modulo di 30 ore rivolto a 25 alunni delle classi quinte.

“Siamo orgogliosi di aver avviato la collaborazione con l’Istituto Levi – Montalcini – spiega l’avvocato Francesco Mazzella, presidente di Confprofessioni Campania, la delegazione regionale della confederazione delle libere professioni in Italia – animati dall’obiettivo di facilitare il passaggio dei giovani verso il mercato del lavoro, mirando al conseguimento delle competenze necessarie a sostenere i processi di scelta consapevole dei percorsi formativi e a far sviluppare spirito di iniziativa ed imprenditorialità, intesi come creatività, innovazione, assunzione di rischio, capacità di pianificazione e gestione progetti”.

Diego Palma
Diego Palma, docente e scrittore, è stato direttore di strutture ricettive. Ha insegnato negli istituti alberghieri della provincia di Cagliari e di Napoli.  “Primo Classificato” al terzo premio letterario Giulio Angioni – Guasila 2019, con il racconto “Il viaggio di Adom”. Attivista sindacale, collabora attualmente con la testata giornalistica Istituzioni24 ed è editore del blog "La Voce della Scuola Live". Il suo primo intento, come tutti gli insegnanti, è quello di trasmettere conoscenze e motivare i ragazzi a puntare alla realizzazione dei propri sogni senza arrendersi mai. Opere pubblicate: "La Scuola Secondo Me…" (2018) e "Il mio nome è nessuno" (2019)

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto