Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Quarto: 1°maggio del “lavoro che non c’è”

Quarto: 1°maggio del “lavoro che non c’è”

Dopo anni di attesa, da quest’anno ufficialmente il monumento ai caduti sul lavoro di Quarto, da anni abbandonato all’incuria, è in affidamento alla Cisl e ai sindacati della Filca, Fnp, Anteas-Nuova solidarietà. Oltre alla confederazione Cisl, hanno aderito una categoria del lavoro attivo (Filca) ed una che rappresenta i pensionati (Fnp). Una terza (Anteas) rappresenta la solidarietà.

“Creare un momento di dibattito sul mondo del lavoro e analizzare la sicurezza sul lavoro sono due temi che vorremmo accumunare in un unicum di interesse – dichiara Alfonso Coppola, responsabile Cisl di Quarto – creare questo momento davanti ad un monumento ai caduti sul lavoro non è sacrilego, anzi deve farci riflettere di come il principale sostegno dell’uomo e della famiglia, possa divenire per disattenzione o per il non rispetto delle più elementari regole di sicurezza del lavoro un luogo di lutto. Le famigerate morti bianche – che definirei nere – continuano imperterrite sul nostro territorio. Si pensi che nel 2017 nella sola città di Napoli ci sono stati 27 incidenti mortali. E da inizio 2018 siamo allo stesso numero. Qui a Quarto ripartiamo con un momento elettorale, ci confronteremo con i candidati sindaci per comprendere fra i tanti temi che porremo, se hanno previsto un protocollo d’intesa con le organizzazioni sindacali, sul controllo del rispetto contrattuale e di sicurezza; quali prospettive di lavoro prevedono per i tanti disoccupati della nostra città. Una maggiore sensibilizzazione di questi temi devono derivare dalla diffusione e dalla consapevolezza che la vita di un cittadino e lavoratore è sacra. Gli inviti sono stati estesi al Commissario Prefettizio a tutt’oggi in carica nel Comune di Quarto, alle autorità di Carabinieri, Polizia Urbana, Associazione Carabinieri, Dirigenti Comunali, candidati sindaci, Sindacati e cittadinanza tutta”.

 

Redazione
Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu