Tu sei qui
Home > Napoli > Bagnoli > “IncontroIntorno al Restauro e Art Bonus”. Da domani parte il cantiere guidato di restauro di un dipinto del ‘500 a Palazzo Reale e le visite archeologiche straordinarie in tre siti con il contributo di Acqua Campania

“IncontroIntorno al Restauro e Art Bonus”. Da domani parte il cantiere guidato di restauro di un dipinto del ‘500 a Palazzo Reale e le visite archeologiche straordinarie in tre siti con il contributo di Acqua Campania

Mercoledì 22 settembre nelle Sale Pompeiane di Palazzo Reale di Napoli è stata presentato il progettoIncontroIntorno al Restauro” a cura della Soprintendenza ABAP per il Comune di Napoli.

Alla conferenza stampa hanno partecipato il dott. Luigi la Rocca, Soprintendente ABAP per il Comune di Napoli, il vicario della Prefettura di Napoli dottor Enrico Gullottidottor Raffaele Sarnataro, dirigente del Fondo Edifici di Culto alla Prefettura di Napoli e la dottoressa Luisa Russo, di Acqua Campania SpA.

Da sinistra il dott. Luigi la Rocca, Soprintendente ABAP per il Comune di Napoli, il vicario della Prefettura di Napoli dottor Enrico Gullotti e la dottoressa Luisa Russo, di Acqua Campania SpA,

A gran sorpresa, in anteprima, è stato possibile visitare il cantiere aperto del restauro de “Il battesimo di Cristo” di Cesare Turco, importante dipinto cinquecentesco proveniente dalla chiesa di Santa Maria delle Grazie a Caponapoli, di proprietà del Fondo Edifici di Culto, conservato da 50 anni nei depositi della Soprintendenza e che sarà aperto ai visitatori a partire dal 25 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, dalle ore 20.00 alle ore 23.00.

L’intervento di restauro dell’antica tavola, finalizzato ad una sua ricollocazione nel contesto di origine, è stato possibile grazie al contributo finanziario di Acqua Campania SpA attraverso Art Bonus, il credito d’imposta del 65% che favorisce forme di mecenatismo a sostegno della cultura introdotto dal ministro Franceschini nel 2014.

Il battesimo di Cristo di Cesare Turco, tavola oggetto del cantiere pubblico di restauro

Il cantiere di restauro, affidato alla ditta Tecnikos sarà aperto al pubblico il martedì dalle 10.00 alle 12.00; il giovedì dalle 13.00 alle 15.30 e il venerdì dalle 10.30 alle 13.00 fino a dicembre.  

Restauratrici della Tecnikos: Rosaria Di Bonito, Maria Rosaria Vigorito, Di Bonito, Monica Sederino

L’iniziativa rientra nel programma “IncontroIntorno al Restauro”, organizzato dalla Soprintendenza, che prevede una serie di eventi finalizzati alla diffusione della conoscenza ad un ampio pubblico dell’attività di recupero di beni archeologici, storico artistici e architettonici della città e alle tecniche conservative con cui tali interventi sono condotti.

Tra gli eventi di “IncontroIntorno al restauro“, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio il giorno 25 settembre, oltre al cantiere didattico saranno realizzati una serie di interventi finalizzati  al recupero e alla valorizzazione di beni del comune di Napoli. Lo scopo  è quello di avvicinare il pubblico di esperti, appassionati e curiosi alla conoscenza del patrimonio archeologico, storico artistico  cittadino e alle tecniche conservative.

Il giorno 25 e 26 settembre per le Giornate Europee del Patrimonio, la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Napoli con il supporto dei volontari del Gruppo Archeologico Napoletano, apre al pubblico l’area archeologica localizzata nel cuore di Forcella, all’incrocio fra Via Carminiello ai Mannesi e Via Duomo con visite guidate gratuite.

Sarà possibile visitare un isolato dell’antica Neapolis con resti di una domus, ambienti termali e un sacello dedicato al dio Mitra, collocabile cronologicamente fra la fine del I sec. a.C. ed il II sec. d.C.. Le strutture a carattere monumentale ed articolate su più livelli sono venute in luce a seguito dei bombardamenti dell’ultimo conflitto bellico e sono fra le poche visibili a cielo aperto nell’ambito del centro storico di Napoli.

Il sito si trova in via Carminiello ai Mannesi, traversa di via Duomo. Turni di visita ogni 45 minuti dalle  9.00- alle  ore 12.15
Le visite guidate, gratuite, saranno condotte con il supporto dei volontari del Gruppo Archeologico Napoletano (per prenotazione obbligatoria: https://www.ganapoletano.it/site/giornate-europee-del-patrimonio-apertura-straordinaria-del-complesso-monumentale-di-carminiello-ai-mannesi/)

Villa Pausilypon

Il giorno 25 settembre dalle ore 19 alle 22 , apertura serale straordinaria del Parco Archeologico Ambientale del Pausilypon a cura della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli in collaborazione con il Centro Studi interdisciplinari Gaiola onlus. La manifestazione prevede una visita guidata serale con accompagnamento musicale.

Un evento gratuito, per celebrare l’organizzazione di queste giornate inspirate al tema dell’inclusione, per accogliere chiunque abbia voglia di scoprire e di godere di uno dei siti più suggestivi della costa napoletana.

Una passeggiata all’imbrunire, per ammirare la Grotta di Seiano ed i resti dell’imponente villa del Pausilypon che fu degli imperatori romani ad un orario insolito, immersi nei suoni e negli odori della macchia mediterranea. Le visite, guidate dagli esperti del Centro Studi Interdisciplinari Gaiola onlus, si concluderanno all’interno dell’Odeion, il teatro un tempo dedicato all’ascolto delle declamazioni di poesia e di musica, dove il funzionario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli accoglierà i visitatori illustrando i progetti futuri di valorizzazione del sito culturale. I visitatori saranno poi allietati da un momento musicale con intro di Matteo Martignetti con un solo di oud e, a seguire, un raffinato repertorio di musica popolare napoletana a cura dell’artista Marina Bruno, accompagnata alla chitarra da Gianni Migliaccio e alle percussioni da Domenico Salio. Il momento musicale è offerto dall’Associazione MB Concerti – Luxury Events. Prenotazione obbligatoria: www.gaiola.org/gep

Mosaico delle Terme Romane di Via Terracina

Apertura straordinaria delle Terme Romane di via Terracina, a cura della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Napoli in collaborazione col Gruppo Archeologico Napoletano in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2021. L’impianto, risalente alla seconda metà del II sec. d.C., era articolato su più livelli ed era probabilmente alimentato dall’acquedotto del Serino. Il piccolo complesso termale, sorto lungo la strada che da Neapolis conduceva a Puteoli, conserva tutto il sistema di alimentazione degli ambienti caldi, nonché gli apparati decorativi pavimentali, caratterizzati da piani pavimentali a mosaico. Proprio su questi l’associazione è impegnata per mantenerne la visibilità, effettuando continui interventi di pulizia.

Il complesso sarà aperto il 25 e 26 settembre con turni di visita ore 10.00 – 11.00 – 12.00

Anna Russolillo
Napoletana, architetto specializzata in restauro dei monumenti alla Federico II di Napoli. Giornalista, collabora con il quotidiano “Il Roma”. Subacquea con all’attivo numerosi master in archeologia subacquea. E’ fondatore e presidente dell' associazione Villaggio Letterario. Da sempre coinvolta per studio, per lavoro e per passione nel mondo del turismo, dell'arte e dell’archeologia, ama ideare, organizzare, coordinare e realizzare progetti ed eventi culturali, sociali, scientifici e turistici. La Campania e la Sicilia sono le sue due patrie. Questi i suoi siti: www.annarussolillo.it - www.villaggioletterario.it - www.marefest.it - www.trofeomaiorca.it - www.librofest.it - www.roccocoofest.it - www.nolimitswinediving.it
http://www.annarussolillo.it

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu
Translate »
error: Il contenuto del sito è protetto