Tu sei qui
Home > Napoli > Convegno Universiade Napoli 2019: “Lo sport tra racconto, analisi, tradizione, scenari”

Convegno Universiade Napoli 2019: “Lo sport tra racconto, analisi, tradizione, scenari”

Giovedì 18 Aprile presso l’hotel Royal Continental in Via Partenope 38, Napoli, si è tenuto il convegno dedicato alle Summer Universiade “lo sport tra racconto, analisi, tradizione, scenari”. A moderare il giornalista Gianfranco Coppola che ha introdotto gli interventi di Gianluca Basile, Commissario Straordinario Universiade 2019,Gianni Merlo, Presidente AIPS, Charles Camenzuli, Presidente AIPS Europe, Marcel Vulpis, Esperto di Economia Sportiva, Lia Capizzi, Inviata Sky Sport, Annapaola Voto, Direttore Area Istituzionale ARU 2019. Alle 11.30 ha avuto luogo la conferenza stampa “ I grandi eventi dello sport: la passione in cifre” a cui sono intervenuti il Direttore FISU, Marc Vandenplas, Il Presidente CUSI, Lorenzo Lentini, il Presidente della Regione Campania, Vincenzo de Luca che ha concluso il dibattito.

Nel corso della conferenza stampa è stato reso noto che dal 18 Aprile 2019 al 15 Maggio 2019 i media nazionali ed internazionali potranno accreditarsi alla 30esima Summer Universiade , compilando l’apposito form on-line attraverso il sito web ufficiale. In questa occasione è stata anche presentata la mascotte ufficiale raffigurante la sirena Parthenope, simbolo storico e leggendario di Napoli. Figura mitologica, da sempre la sirena è simbolo delle più grandi controversie. Affascinanti e incantatrici, pericolose aguzzine dei naviganti, le sirene sono fin dai tempi dei Greci attribuite alla città di Napoli, probabilmente definita “Parthenope”, nome di una donna ammaliatrice per eccellenza, dai suoi fondatori per il forte potere di attrazione. I colori della mascotte inneggiano ai festeggiamenti richiamando grandi e piccini.

Sono stati inoltre espletati i numeri della 30esima edizione delle Universiadi estive. La manifestazione che si terrà dal 3 al 14 Luglio coinvolgerà 58 impianti sportivi nella regione Campania che ospiteranno le competizioni e gli allenamenti delle 18 discipline sportive in gara: atletica, calcio, ginnastica, artistica, ginnastica ritmica, judo, nuoto, pallacanestro,pallavolo, pallanuoto,rugby a sette, scherma, taekwondo, tennistavolo, tennis, tiro a segno e tiro a volo, tiro con l’arco, tuffi, vela. 222 le cerimonie di premiazione, 10mila le persone attese, tra atleti e preparatori,124 i paesi da cui arriveranno le delegazioni. Ci saranno 3 villaggi atleti nelle tre città campane di Napoli, Salerno, Caserta. La copertura mediatica prenderà 550 ore di produzione televisiva i cui contenuti saranno prodotti in formato ad alta definizione.

Nel corso del convegno è stato ribadito l’alto valore morale che la manifestazione intende trasferire in termini di filosofia di azione, valori etico-morali, messaggi sportivo-culturali veicolati da un simbolo le cui origini risalgono all’Antica Grecia: la fiaccola. Nel pieno rispetto dell’ambiente, la Fiaccola risponde ad un vero e proprio progetto sostenibile, per l’utilizzo di materiali riciclabili e non inquinanti. Inoltre per garantire che la fiamma resti accesa anche in condizioni climatiche avverse, la fiaccola rispetta gli standard di combustione e alimentazione previsti nei Giochi Olimpici. I colori scelti  sono il bianco e l’azzurro, volti a riflettere l’immagine della città.

Con la sua forma unica ed originale rappresenta lo spirito e le caratteristiche della manifestazione e coniuga un’immagine di forte impatto grazie alle tecnologie all’avanguardia. Il passaggio della fiaccola nelle città di Torino ( 4 Giugno), Losanna (6 Giugno), Milano (10 Giugno), Assisi ( 11 Giugno), Roma e Città del Vaticano ( 12 Giugno), Matera (13 Giugno), Avellino (20-22 Giugno) , Benevento ( 23-25 Giugno), Caserta (26-28 Giugno), Salerno ( 29 Giugno- 1 Luglio), Napoli e provincia ( 2 Luglio), Napoli- Stadio San Paolo ( 3 Luglio) che darà avvio alla Cerimonia di apertura, creerà sinergia tra i giovani forieri di fratellanza, lealtà, pace.

Per candidarsi all’attività di volontario è necessario collegarsi al sito delle Universiadi e compilare l’application form dedicato. Tutti, dai più giovani ai meno giovani dal 18esimo anno di età, sono chiamati a partecipare ad un’esperienza unica volta ad arricchire i partecipanti di valori umani e professionali  ineguagliabili.

 

Martina Bruna Chiaiese
Martina Bruna Chiaiese
Nata a Napoli nel 1994. Fin da bambina è sensibile al mondo della cultura e della scrittura. Ha frequentato il Liceo Classico Antonio Genovesi grazie al quale matura un grande interesse per la lingua e la letteratura italiana e inglese. Si iscrive all’Università degli Studi di Napoli L’Orientale e nel 2017 consegue la laurea in Lingue, Lettere e Culture Comparate nelle lingue inglese e cinese. Attualmente frequenta il corso di Laurea Magistrale in Lingue e Civiltà Orientali approfondendo lo studio della lingua, la storia, l’archeologia e la letteratura cinese. In ambito giornalistico si occupa della coordinazione del quotidiano on-line L’Osservatorio Flegreo ed è direttore della testata QuiCampiFlegrei. La sua passione è lo sport.

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu