Tu sei qui
Home > Napoli > Monica Sarnelli in concerto per la Comunità di Sant’Egidio

Monica Sarnelli in concerto per la Comunità di Sant’Egidio

Continua il minitour “solidale” di Monica Sarnelli organizzato in occasione dell’uscita del nuovo singolo, “Tu sì meglio ‘e me”.

Il brano sarà presentato, insieme al video realizzato dal regista Fabrizio Acampora, venerdì 25 gennaio (ore 20.30) al Circolo Posillipo di Napoli nella serata che raccoglierà fondi per il “Progetto Scampia” della Comunità di Sant’Egidio. In seguito domenica 3 febbraio, l’artista si esibirà al Centro Giovanile Santa Maria Rosa Nova creato a Sant’Antonio Abate da Don Salvatore Branca per combattere la povertà educativa dei giovani dell’agro nocerino sarnese.

La serata al Circolo Posillipo di Napoli (in via Posillipo 5) consentirà al pubblico di conoscere le tante iniziative realizzate negli ultimi decenni a Scampia dalla Comunità di Sant’Egidio nonché di sostenerne i nuovi progetti messi in campo.

In questa circostanza sarà presentato il nuovo singolo della straordinaria interprete che traccia con decisione un percorso orientato verso sonorità pop melodiche, attraverso la partitura di Sally Monetti e Federico Spagnoli, autori della musica e attraverso una meticolosa produzione artistica firmata, come sempre nelle ultime produzioni di Monica Sarnelli, da Gigi De Rienzo.

Tu sì meglio ‘e me” realizza, allo stesso tempo, un intenso momento di confronto tra Monica Sarnelli ed il pubblico a cui l’artista dedica un nuovo messaggio d’amore, forse il più sincero ed emozionante che abbia mai espresso nel suo lungo percorso musicale. Tutto si lega, naturalmente, al testo della canzone scritto da Bruno Lanza che affronta temi delicati e necessari e che, allo stesso tempo, conferma una maturità nelle scelte artistiche di Monica Sarnelli anche nel suo modo di relazionarsi sulla scena attraverso argomenti meno semplici, apparentemente, ma che appartengono alla vita ed al quotidiano dei nostri tempi.

“Questo brano – sottolinea l’artista – nasce da un incontro informale avuto con Bruno Lanza durante il quale toccammo molti argomenti. Nel condividere esperienze ed impressioni ci trovammo concordi sul fatto che ad una necessità smisurata di tenerezza, di amore, di contatto, non sempre corrisponda una reale volontà di espressione sincera e disarmata di questi sentimenti. E non solo tra noi, di generazioni diremmo più mature, quanto e soprattutto tra i ragazzi, gli adolescenti, capaci di indossare corazze, tanto imponenti quanto fragili, per nascondersi agli altri”.

Una canzone che parla di amore a partire dal riconoscere errori e mancanze, che affida la ricerca del bene alla consapevolezza dei propri limiti e al necessario impegno da profondere in ogni momento per superare i tanti ostacoli che si frappongono nel percorso vitale che ciascuno di noi affronta. “Tu sì meglio ‘e me” è cantata da Monica Sarnelli ed è suonata da Carlo Fimiani (chitarre), Vittorio Riva (batteria), Gigi De Rienzo (basso tastiere arrangiamenti e missaggio), mastering a cura di Bob Fix, prodotta da Monica Sarnelli su etichetta Lazzara Felice.

Info e prenotazioni al numero 081 5751282

 

TU SÌ MEGLIO ‘E ME

Testo di Bruno Lanza; musica di Sally Monetti e Federico Spagnoli;

produzione artistica Gigi De Rienzo

 

Ma comm’e fatto a pensa’

ca nun te voglio bene

Ma comm’e fatto a pensa’

na’cosa accussi’nfame

Io nun song ‘na santa 

So’ femmena pur’io

E tu si part’e me 

Parte da’vita mia 

E cammenann’ tu o’saie 

se po’sbaglià ‘na strada

Ma chest’ nun vò dicere 

ca’a vita s’e’fermata

A vita è assaie cchiu’ forte

E na’speranza ca se perde

Ma io stò ancora cca’

Cu tutt’o bene ca te serve

 

Araprimm sti’port e parlamm’

Perché ho tanto bisogno di te 

E dicimmece e cose cchiù brutte

Pure chelle ca nun vuò sape’

 

Sto aspettann ca tuorn’a  sta guerra

Pe t’astregnere comme vuò tu 

Pecché tu si ’a bellezza e dimane

Tu si’o mare si ‘a terra …. e pecché …

Tu sì megli’e me …tu sì’megli’e me

 

Famm’addurmi’nziem’a te

Cancella sta paura

Dimme ca nun te ne vaie

Ca pozz’ sta’ sicura

 

Dimm ca song importante

Ca’ mo’ me puort’mpietto

Nunn’a facimm’aspetta’

Sta’vita ca c’aspett…. 

 

Arapimm sti’port e parlamm

 

La comunità di Sant’Egidio è presente a Scampia da circa quarant’anni. La sede ospita varie attività: dalla Scuola della pace dove i bambini napoletani e quelli rom possono studiare, socializzare e imparare a vivere insieme. Si tratta di minori in difficoltà che molte volte sono “attratti” dalla violenza e dalle aggregazioni devianti, con problemi familiari, di deprivazione affettiva ed economica, di figli di immigrati con difficoltà di integrazione. In questo modo le scuole della pace sono una vera propria risposta al fenomeno delle baby gang.

Inoltre viene ospitata la scuola di pittura dei disabili. Sono dei laboratori d’arte per rispondere al desiderio di formazione e studio di persone disabili adulte che non hanno avuto la possibilità di percorsi scolastici integrati.

Gli “Amici” come chiamiamo il movimento dei disabili sanno che a loro volta possono aiutare i poveri e i deboli e sono impegnati in numerose iniziative di solidarietà.

Con la loro sensibilità hanno realizzato dei quadri davvero unici che rappresentano il dolore e bisogni dell’Africa.

Infine, nella sede di Scampia della comunità di Sant’Egidio si preparano i pasti per gli stranieri che nelle rotonde del quartiere aspettano di essere presi a giornata. Con loro si vivono dei momenti di preghiera, delle feste e pranzi durante l’anno. Altre iniziative coinvolgono gli anziani di un istituto della zona e i pazienti ricoverati nella RSA.

 

Redazione
Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu