Tu sei qui
Home > Campania > Med Cooking 2019: dalle coste italiane alla Grecia per la tutela del mare

Med Cooking 2019: dalle coste italiane alla Grecia per la tutela del mare

Torre del Greco. Al via il nuovo programma di Med Cooking che ha come obiettivi principali la promozione e la tutela per “alimentare il Mediterraneo”. Queste le linee guida della VI edizione del Mediterranean Cooking Congress, un progetto itinerante sulle coste del Mediterraneo, organizzato dalla società By Tourist.

Il Mediterranean Cooking Congress nasce come progetto di marketing territoriale avviato nel 2014 dalla società By Tourist, che ha come obiettivo il creare spazio e strumenti per una comunicazione responsabile, che alimenti senso critico verso atteggiamenti responsabili e consapevoli a favore del Mediterraneo, da mare a terra. Il tutto è reso possibile attraverso la ricerca di continue sinergie, promuovendo momenti di confronto e meeting internazionali con focus sulle materie prime delle coste del Mediterraneo.

La presentazione ufficiale del programma si è svolta venerdì 9 novembre al José Restaurant di Torre del Greco con la partecipazione di Gaetano Cimmino, Sindaco di Castellammare di Stabia, Antonino Miccio, direttore dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella, Rosario Lopa, portavoce Consulta Nazionale per Agricoltura, risorse ambientale ed acqua, e gli chef Domenico Iavarone del ristorante Josè Restaurant di Torre del Greco e Pietro D’Agostino del ristorante La Capinera di Taormina.

Gli Chef Iavarone e D’Agostino

La kermesse della VI edizione navigherà nel 2019 tra le coste italiane con tappe a Castellammare di Stabia, il 24 marzo; a Venezia il 30 settembre, a Taormina il 28 ottobre. Il congresso si svolgerà in navigazione verso la Grecia il 1° ottobre.

Focus dell’edizione del 2019 saranno “acqua e pesca”. Acqua intesa come risorsa primaria per il genere umano e fondamentale per alimentare il Mediterraneo, osservando quindi le risorse idriche delle coste italiane e con progetti di marketing specifici puntare alla tutela di tali risorse, avvalendosi di enti di ricerca e formazione, istituzioni, associazioni e società specializzate.

La conferenza stampa si è svolta presso il José Restaurant di Torre del Greco

“Abbiamo avviato una sinergia con il Comune di Castellammare di Stabia e l’Area Marina Protetta di Punta Campanella – illustra Luisa Del Sorbo, manager della società By Tourist e ideatrice del Med Cooking – impegnandoci in un educational di due giorni, a marzo, alle Terme di Stabia; con chef rinomati come Gennaro Esposito di La Torre del Saracino di Vico Equense, Vincenzo Guarino di Il Pievano di Gaiole in Chianti, Alfonso Porpora del Pastabar Leonessa, il giornalista Eduardo Raspelli di Mela Verde, Rosalba Giugni di Mare Vivo, Umberto Masucci del Propeller Club che ha patrocinato l’evento, produttori come Pastificio Artigianale Leonessa e I Sapori di Corbara e tante altre figure di spessore nei settori di gusto, informazione e marittimo come Guardia Costiera, Porti e Compagnie di navigazione. Tutti coinvolti per accendere i riflettori sulle 28 diverse sorgenti di Castellammare di Stabia, denominata “città delle acque”.

Non mancherà una finestra dedicata alla formazione delle nuove generazioni. Continueranno infatti a febbraio e marzo i laboratori di Gusto Mediterraneo per gli studenti degli Istituti Alberghieri della Campania, che avranno come location l’istituto I. Cavalcanti di Napoli e che nel 2020 faranno tappa anche in Sicilia e Toscana. Un programma dunque ricco che si avvale di un team tecnico e professionale costituito da giornalisti ed esperti del mondo del gusto.

Ilaria D'Alessandro
Ilaria D'Alessandro
Laureata in Scienze della Comunicazione, sta facendo del giornalismo la sua professione e svolge attività di consulenza per la comunicazione. Le sue passioni sono i libri, gli spettacoli teatrali, il cinema e la musica.

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu