Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Edenlandia, riapre il parco dei divertimenti dei napoletani

Edenlandia, riapre il parco dei divertimenti dei napoletani

All’ingresso dell’Edenlandia, da molti anni, una serie di grandi archi accolgono i visitatori. Molti non sanno che sono ispirati alla firma di Mussolini.

La realizzazione del parco divertimenti di Napoli faceva parte di un progetto risalente al 1939 quando il Regime Fascista fece costruire grandi opere in tutte le città più importanti d’Italia per celebrare le conquiste italiane.

A Napoli fu costruita la Mostra d’Oltremare nella quale era inserito un parco giochi.

Durante la seconda guerra mondiale, la Mostra fu bombardata dagli Alleati subendo gravi danni e venne trasformata in accampamento militare.

Nel 1964 fu costituita la  O.S.A.I. s.r.l., Organizzazione Spettacoli Attrazioni Internazionali, allo scopo di ottenere la concessione del terreno per l’allestimento di un parco di divertimenti dall’Ente Mostra d’Oltremare.

Per molti anni Edenlandia è stato il più grande parco di divertimenti d’Italia. Era il luogo dove le famiglie trascorrevano i pomeriggi festivi. Io ricordo bene, era anche il luogo dove sbocciavano i primi amori.

Entrando nel parco la prima cosa che ti colpiva erano gli odori,  lo zucchero filato, le graffe fritte, i gelati e la musica. Ogni giostra aveva la sua musica. Urla e risate, suoni indimenticabili. La ruota panoramica, le montagne russe (che paura).

Purtroppo, il 13 ottobre 2011, la società “Park and Leisure” che gestiva il parco dal 2003, con alle spalle un debito di 13 milioni di euro fallisce, il tribunale consente la prosecuzione delle attività sino al 31 maggio 2012.

Negli anni molti imprenditori si sono avvicendati nel tentativo di rimettere in piedi Edenlandia ma falliscono fino al 24 agosto 2017, un investimento di 8 milioni, ha consentito la riapertura del parco divertimenti. Stamattina la conferenza stampa.

Con ventinove attrazioni, sedici punti ristoro, il teatro dei Piccoli, il PalaEden, aree commerciali e di intrattenimento,  Edenlandia domani 26 luglio, spalancherà finalmente le sue le porte a bambini e adulti tra vecchie attrazioni ristrutturate, quali il trenino, sul quale abbiamo stamane inaugurato la visita, la Vecchia America, i tronchi e la realizzazione di 15 nuove attrazioni che promettono divertimento e adrenalina per grandi e bambini.

 

Anna Abbate
Anna Abbate
Archeologa, consulente informatica e web design freelance. Nata a Napoli, si occupa dal 1971 di Information Tecnology dopo essersi formata alla IBM come Analista Programmatore. Dopo una vita vissuta nel futuro ha conseguito la Laurea Magistrale in Archeologia presso l’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa”. Divide il suo tempo tra la passione per l’informatica e la ricerca storica. Con alcuni amici archeologi ed antropologi ha fondato nel 2011 il “Gruppo Archeologico Kyme”, associazione di promozione sociale, della quale attualmente è presidente, organizzando giornate di valorizzazione e promozione del patrimonio storico-archeologico e delle tradizioni dedicate soprattutto alle scuole. Si occupa, in particolare di Napoli e del territorio flegreo. Ha pubblicato il libro "Da Apicio... a Scapece (Valtrend Editore, 2017)

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu