Tu sei qui
Home > Campi Flegrei > Bacoli > Bacoli Scrivens: Storie e narrazioni. Il 5 giugno alla Biblioteca Comunale

Bacoli Scrivens: Storie e narrazioni. Il 5 giugno alla Biblioteca Comunale

Giovedì 5 luglio, alle ore 17, nella Biblioteca Comunale di Bacoli a Villa Cerillo – Via Cerillo, 56 – si terrà la presentazione di tre romanzi: Il velo di Iside di Fiorella Franchini, Fontaine Blanche di Maria Rosaria Pugliese e Eravamo tanto ricchi di Annamaria Varriale

Il velo di Iside (Fiorella Franchini): Nel 77 d.C. Livilla Claudia, vestale di Iside, incontra il navarco della flotta di Miseno, Valerio Pollio. A lui confida di avere sentito a Puteoli alcuni stranieri progettare una strage di romani. Ma l’obiettivo non è il popolo in festa, bensì le navi della Classis Praetoria Misenensis e l’imperatore Vespasiano, giunto per ammirare la flotta nel golfo di Miseno. Una storia d’amore e d’avventura che unisce al fascino dell’età romana, sulla scia dei romanzi di Danila Comastri Montanari, il pregio di richiamare l’attenzione del lettore sul patrimonio archeologico di Napoli e dei Campi Flegrei.

Fontaine Blanche (Maria Rosaria Pugliese): Alexandre Milleret è colto e attraente, dalla naturale inclinazione salvifica. Martine Bertaux è una musicista bella e sventurata, che sotto l’apparente fermo coraggio cela un disperato bisogno di protezione. Nella storia universale dei sentimenti è inevitabile che due persone così si sentano reciprocamente attratte. Ma Alexandre è un prete, e la sua vocazione è radicata in lui al pari dei valori della dignità e dell’onore. Sullo sfondo la Francia dei pays: la Borgogna dalle case a graticcio e i vigneti: la ventosa Piccardia dai sapori forti; l’irrequieta Normandia, terra di corsari e di artisti, con le sue spettacolari maree.

Eravamo tanto ricchi (Annamaria Varriale): Napoli 1960. Annamaria Varriale è una giovinetta felice alla scoperta del mondo. In città e nella sua famiglia trova i primi e più importanti punti di riferimento, fra ricordi, consuetudini, giochi e tradizioni che formano il suo patrimonio umano e sociale. Con una scrittura vivace e emozionante, la Varriale ci restituisce questo mondo incantato e la magia dell’infanzia, non priva di dolore e privazioni ma sempre animata da un profondo amore per la vita.

Intermezzi di lettura tratti da: Il colore del grano di Ferdinando Gaeta, Donna con due ombre di Rita Guardascione, Dai fiori del male ai fiori di zucca di Homo Scrivens, Al sassofono blu di Serena Venditto

Redazione
Redazione
La testata giornalistica QuiCampiFlegrei.it nasce con l'intento di promuovere il territorio flegreo

Articoli Simili

Lascia un commento

Top Menu